rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Politica Lagaccio

Funivia Forte Begato, Piciocchi contro le critiche: "Selezionati leader a livello mondiale per questa infrastruttura"

Il vicesindaco parla di "negatività e pessimismo", ma non mancano le polemiche da parte del comitato di cittadini del Lagaccio "Con i piedi per terra"

A difendere il progetto della funivia a Genova, al centro di diverse critiche da comitati cittadini e parte delle forze politiche, è il vicesindaco Pietro Piciocchi.

L'assessore riparte dalla notizia dell'aggiudicazione dell'appalto per la costruzione dell'infrastruttura tra la stazione marittima e forte Begato, dicendosi molto orgoglioso e respingendo le critiche: "Quest'estate ho visitato due città molto interessanti, Dubrovnik e Sarajevo: ho potuto apprezzare una bellissima funivia nella prima ed un'imponente cabinovia nella seconda che dal centro cittadino conducono fino alle vette circostanti. Impianti frequentatissimi ed apprezzatissimi da residenti e turisti che conducono a luoghi che, con tutto il rispetto, sono belli ma decisamente inferiori ai nostri forti. Ad Atene e Barcellona, anni addietro, ho visto la stessa cosa".

Per quanto riguarda le polemiche, Piciocchi continua: "Qui invece assistiamo in queste ore a polemiche dove si usano argomenti 'emotivi', per usare un eufemismo, solo al fine di terrorizzare le persone, dimostrando, evidentemente, di non averne grande considerazione: si parla, non si comprende con quale cognizione di causa, di struttura 'pericolosa', 'inquinante', di 'devastazione ambientale', e via discorrendo, con tanta fantasia e tutto il consueto armamentario di negatività e pessimismo. Abbiamo selezionato aziende leader a livello mondiale per realizzare questa infrastruttura nella quale io invece credo moltissimo per la valorizzazione del sistema dei forti e del quartiere del Lagaccio". 

Piciocchi si dice convinto che la maggioranza dei cittadini e degli abitanti delle zone interessate saranno molto entusiasti dell'opera. Nei giorni scorsi, il comitato di residenti del Lagaccio "Con i piedi per terra" (che aveva anche organizzato un corteo), Italia Nostra e il consigliere comunale Mattia Crucioli si erano scagliati contro il progetto: "Dopo giorni dall'aggiudicazione ufficiale dell'incarico per la costruzione della funivia il progetto rimane ancora un mistero - queste le parole del comitato -. La scelta dell'amministrazione si riconferma quella di non informare i cittadini e di tenerlo segreto. Inoltre, come era già emerso negli scorsi mesi, quasi metà dei fondi stanziati (circa 34 milioni) verranno spesi per quest'opera inutile invece che per restituire alla città, ai suoi abitanti e ai turisti, il sistema dei forti finalmente sicuro, fruibile e attrattivo"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funivia Forte Begato, Piciocchi contro le critiche: "Selezionati leader a livello mondiale per questa infrastruttura"

GenovaToday è in caricamento