rotate-mobile
Politica Sampierdarena / Via Sampierdarena, 34

Municipio Centro Ovest, il primo consiglio. Colnaghi: "Depositi chimici, fondi Pnrr e nodo ferroviario i temi caldi"

Confermato presidente per la coalizione progressista: "Sullo spostamento dei depositi non arretreremo di un passo; nel mio programma riqualificazione urbana, decoro, sicurezza, pulizia, cultura e integrazione"

È ufficialmente iniziato il lavoro in una delle due roccaforti della coalizione progressista, il Municipio Centro Ovest che, alle elezioni dello scorso 12 giugno, ha confermato come presidente Michele Colnaghi, un voto tra Sampierdarena e San Teodoro in controtendenza rispetto a quello delle Comunali dove, nello stesso territorio, i cittadini hanno premiato il sindaco Marco Bucci e il centrodestra. Per l'esponente del Movimento 5 Stelle e leader della coalizione di centrosinistra una vittoria sul filo di lana contro Fabrizio Radi, uno scarto di circa 500 voti. Giovedì 21 luglio 2022 la prima riunione del consiglio municipale: convalida delle elezioni, nuova giunta e linee guida per i prossimi cinque anni sono stati i temi affrontati dall'assemblea.

La nuova giunta del Municipio Centro Ovest

Sono stati nominati come componenti della giunta municipale: 

  • Stefania Mazzucchelli: vicepresidente del Municipio e assessore a scuole, servizi alla persona, servizi civici, bilancio, città accessibile, pari opportunità e politiche femminili, avanzamento progetti bando periferie, gestione del verde pubblico e orti urbani.
  • Luciano Cavazzon: assessore a urbanistica, assetto del territorio, lavori pubblici, recupero aree dismesse, interventi manutentivi, viabilità su base locale, legalità e sicurezza.
  • Marta Pastanella: assessore a promozione manifestazioni municipali, cultura, centro civico Buranello e gestione patrimonio a uso sociale e associativo.

I consiglieri delegati, invece, saranno nominati nel prossimo consiglio municipale.

Il presidente Michele Colnaghi ha parlato del programma per i prossimi cinque anni e spiega a Genova Today: "Essere stato confermato dalla cittadinanza nonostante il voto abbia comunque premiato Bucci anche nel territorio del Centro Ovest è una bella soddisfazione ed è il riconoscimento del lavoro svolto nell'anno e mezzo precedente, ma ora ripartiamo con tutti i nostri progetti". 

"Abbiamo presentato un programma molto dettagliato - aggiunge Colnaghi - per intervenire sui punti cruciali del territorio: riqualificazione urbana, decoro, sicurezza e pulizia. Dovremo essere bravi a pretendere da Tursi che determinati interventi vengano fatti. Teniamo molto e cercheremo di valorizzare, come già abbiamo iniziato a fare, il nostro patrimonio culturale che è stato a lungo trascurato. Sul territorio abbiamo 70 ville, il centro civico Buranello, il teatro Modena, l'Archivolto, la biblioteca Gallino e le torri. Tra le parole d'ordine dei prossimi cinque anni anche la partecipazione attiva di tutti i cittadini e delle altre forze politiche. Spero che la minoranza metta da parte le ideologie politiche per lavorare per il territorio. Come Municipio cercheremo poi di fare la nostra parte, per quanto possibile, su sociale, integrazione, aiuto per le fasce più deboli e abbattimento delle barriere architettoniche, nessuno deve rimanere indietro".

Tra i temi caldi dei prossimi anni lo spostamento dei depositi chimici, il nodo ferroviario e le opere legate ai fondi del Pnrr: "Sui depositi chimici non arretreremo di un passo - conclude Colnaghi - abbiamo depositato il ricorso al Tar e stiamo seguendo l'evolversi della situazione con gli avvocati. Per quello che riguarda il nodo ferroviario Rfi ha respinto le nostre osservazioni con risposte che secondo noi sono evasive e non corrette, ne abbiamo prodotte e depositate di nuove con gli ingegneri ambientali. Sui fondi del Pnrr ho continuato invece a partecipare ai tavoli tecnici per il recupero di diverse aree e ville, a partire da Villa Scassi. Alcuni lavori sono stati fatti a parte come la fontana e il campetto, nel Piano rientrano invece i ninfei del parco, parte dei corridoi, il rifacimento del verde e altri interventi per restituire la Villa in tutto il suo splendore a Sampierdarena. Tra le opere che rientrano nel Pnrr anche la galleria fonoassorbente di Lungomare Canepa. C'è stata un'assemblea pubblica, l'assessore Piciocchi ha esposto il progetto alla cittadinanza al Centro Civico Buranello e ha raccolto pareri positivi e anche alcuni contrari. È il progetto a cui il Comune tiene di più, io personalmente avrei preferito una diminuzione delle corsie da 6 a 4 e una galleria più distante da case e negozi oppure una soluzione diversa come la strada in trincea, sotto terra. Vedremo comunque nelle prossime settimane che saranno decisive". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio Centro Ovest, il primo consiglio. Colnaghi: "Depositi chimici, fondi Pnrr e nodo ferroviario i temi caldi"

GenovaToday è in caricamento