menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tares, dibattito avanti piano; privatizzazioni rinviate a dopo l'estate

La giunta Doria ha deciso di rinviare a dopo l'estate la delibera sull'ipotesi di parziale privatizzazione di alcune società partecipate. Ora la priorità per il Comune di Genova è l'approvazione del bilancio e la Tares

Troppa carne al fuoco. La giunta Doria ha deciso di rinviare a dopo l'estate la delibera sull'ipotesi di parziale privatizzazione di alcune società partecipate. Ora la priorità per il Comune di Genova è l'approvazione del bilancio.

In un Palazzo Tursi blindato, la discussione prosegue a oltranza sulla delibera per il nuovo regolamento della Tares, la tassa comunale sui rifiuti. Questa notte la delibera della Tares è stata approvata con 23 voti favorevoli (Pd, Lista Doria, FdS, Sel, De Benedictis), 10 contrari (M5S, Pdl, Lista Musso, L.N. Gioia) e un astenuto (Anzalone).

Secondo le stime di Tursi, il rincaro complessivo della Tares nel 2013 a Genova rispetto alla vecchia tassa dei rifiuti sarà di circa 11 milioni di euro, con una media di 18,3 euro in più presi dalle tasche di ogni genovese.

«Votare una nuova tassa al giorno: - ha affermato il consigliere M5S Andrea Boccaccio - è l'unica cosa sui cui la giunta Doria è fortissima. Il regolamento si tradurrà in tariffe molto pesanti su cittadini e attività commerciali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento