È il genovese Marco Rizzone il deputato M5s che ha ottenuto i 600 euro

L'annuncio del capo politico del M5s Vito Crimi: «Ho deferito il deputato Marco Rizzone al Collegio dei probiviri chiedendone la sospensione immediata e massima severità nella sanzione»

Anche un deputato genovese è finito nella bufera del Bonus Iva, avendo ottenuto - pur incassando uno stipendio da parlamentare - i 600 euro per aiutare gli autonomi e partite Iva in difficoltà durante il lockdown: si tratta di Marco Rizzone, Movimento 5 Stelle.

Rizzone, nato a Genova nel 1983 ed eletto nel collegio Liguria-Genova-San Fruttuoso, è stato deferito ai probiviri del M5s, come annunciato dal capo politico del movimento, Vito Crimi: «In relazione alla vicenda del bonus da 600 euro, destinato a partite Iva, autonomi e professionisti, ho deferito il deputato Marco Rizzone al Collegio dei probiviri chiedendone la sospensione immediata e massima severità nella sanzione».

Il deputato pentastellato, nella trattativa per la scelta del candidato presidente della Regione Liguria della coalizione giallorossa, era stato - come si evince dai suoi post su Facebook - convinto sostenitore di Aristide Massardo. Anche per questo, nonostante qualche indiscrezione su ipotetiche ripercussioni sulla candidatura di Sansa legate al caso Rizzone, gli alleati si sono affrettati a chiarire: «La coalizione tiene, l'alleanza va avanti e Sansa è in campo. Ricordo che già il 20 giugno scorso, quando Rizzone sosteneva di dover convogliare su Massardo dicendo che se qualche partito della sinistra voleva andare contro aveva sbagliato, feci un comunicato a favore di Ferruccio» ha spiegato all'Adnkronos il deputato di Leu Luca Pastorino.

Sempre su Facebook, un post di Rizzone del 1 aprile invitava i cittadini a richiedere i 600 euro di bonus: «Bastano 5 minuti [...] incredibile: non è un pesce d'aprile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro ligure finito nel mirino proprio per aver chiesto e ottenuto il bonus Covid, nei giorni scorsi, è il consigliere regionale della Lega Alessandro Puggioni. Il consigliere uscente si è autosospeso dal partito e ha deciso di rinunciare alla candidatura alle prossime elezioni regionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Elezioni, prende forma il nuovo consiglio regionale: i nomi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento