Gaslini Genova: 42 nuovi assunti a tempo indeterminato

L’Istituto Gaslini ha deciso di strutturare in organico 42 operatori socio sanitari proseguendo nella politica di riduzione del precariato condivisa con la Regione Liguria che ha rilasciato la debita autorizzazione in deroga al blocco delle assunzioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

L’Istituto Gaslini ha deciso di strutturare in organico 42 operatori socio sanitari proseguendo nella politica di riduzione del precariato condivisa con la Regione Liguria che ha rilasciato la debita autorizzazione in deroga al blocco delle assunzioni. Si è proceduto attingendo dall’elenco degli idonei alla recente selezione secondo il posizionamento nelle liste pervenute dall’Ufficio Provinciale del Lavoro.

Tali posti erano attualmente coperti, per inderogabili esigenze di servizio, con unità di personale fornito da Agenzia per il lavoro interinale e, pertanto, con tali assunzioni non vi sarà aumento di spesa a livello di bilancio complessivo ma, anzi, sarà possibile anche un piccolo risparmio.

Il provvedimento di copertura dei suddetti posti a tempo indeterminato, assunto in data odierna dell’Istituto Giannina Gaslini, rientra nella politica dell’Istituto di strutturare stabilmente i posti indispensabili al corretto supporto dell’assistenza ai piccoli pazienti, riducendo le posizioni “precarie” con tutti i problemi che esse comportano.

All’inizio del 2011 le posizioni “interinali” riguardanti il personale afferente alle figure professionali del “comparto” ammontavano a 161 unità; in poco meno di un anno e mezzo, pur non senza difficoltà, tali posizioni vengono ad essere ricondotte in un numero che può definirsi “fisiologico” ovvero ad una cinquantina di unità, per le quali comunque il Gaslini auspica di poter continuare nel percorso intrapreso.

Torna su
GenovaToday è in caricamento