rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Parchi di Nervi, almeno 500mila euro di danni. E si fanno avanti gli sponsor

Alcune aziende sarebbero interessate a finanziare i lavori per il ripristino del polmone verde della città, dove sono almeno 100 gli alberi persi. Dalla settimana prossima riaperta la parte a monte

Si aggirerebbero intorno ai 500mila euro il danno stimato ai Parchi di Nervi dopo la tempesta di vento che si è scatenata sul levante genovese e su Golfo Paradiso e Tigullio lo scorso 14 ottobre, 400mila dei quali da destinare esclusivamente al ripristino del verde, in particolare delle decine di alberi abbattuti e sradicati dalle fortissime raffiche.

La stima, nell’aria già da qualche giorno, è stata confermata in consiglio Comunale dall’assessore Italo Porcile, che ha però annunciato anche una novità potenzialmente positiva: si sarebbero già fatti avanti alcune aziende interessate a fare da sponsor per i lavori di ripristino del polmone verde della città, manifestazioni su cui nei prossimi giorni la Consulta del verde dovrebbe avere un incontro per definire eventuali accordi, che al momento restano ancora top secret.

Restano lunghi, invece, i tempi per la riapertura integrale dei Parchi, stimati in almeno un paio di mesi: la prossima settimana dovrebbe già riaprire la parte che porta ai musei, una delle priorità dell’amministrazione per evitare che il polo rimanga di fatto isolato troppo a lungo, mentre entro la metà di novembre dovrebbe terminare la messa in sicurezza e il ripristino dell’are giochi per i bambini. 

In questi giorni, intanto, proseguono i lavori per la rimozione degli alberi crollati e la messa in sicurezza di quelli pericolanti: stando alle ultime stime, sarebbero oltre 100 quelli persi.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parchi di Nervi, almeno 500mila euro di danni. E si fanno avanti gli sponsor

GenovaToday è in caricamento