rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Politica

Dal Comune 250mila euro per abbattere le barriere architettoniche negli immobili pubblici

Il vicesindaco Piciocchi: "I lavori al polo Tursino sono già in essere, il Waterfront è stato progettato già privo di barriere, ma vogliamo andare oltre in tutti i palazzi storici e in molti altri palazzi di proprietà comunale"

La giunta del Comune di Genova, su proposta del vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi, ha stanziato 250mila euro destinati all’abbattimento delle barriere architettoniche diffuse all’interno degli immobili di proprietà dell’amministrazione. 

"Con questo nuovo stanziamento di fondi - spiega Piciocchi - vogliamo proseguire il percorso intrapreso insieme alla Consulta comunale per la tutela delle persone disabili, con la quale abbiamo continuato a lavorare sinergicamente e in dialogo costante. I lavori al polo Tursino sono già in essere, il Waterfront è stato progettato già privo di barriere, ma vogliamo andare oltre e proseguire con l’eliminazione delle barriere architettoniche in tutti i palazzi storici e in molti altri palazzi di proprietà comunale".

"Sappiamo che Genova è una città morfologicamente impegnativa -conclude il vicesindaco - ma siamo convinti di essere sulla giusta strada verso una città inclusiva e priva di barriere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Comune 250mila euro per abbattere le barriere architettoniche negli immobili pubblici

GenovaToday è in caricamento