rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Politica Pegli / Piazza Cristoforo Bonavino

Pino abbattuto in piazza Bonavino, il Comune: "Siamo intervenuti per evitare che cadesse"

Per quanto riguarda la sostituzione delle piante abbattute o cadute, "seguirà uno schema che sarà sottoposto alla soprintendenza in modo da rispettare la simmetria delle aiuole come in origine"

Riguardo il pino abbattuto in piazza Bonavino, a Pegli, oggetto di un'interrogazione del consigliere comunale Paolo Gozzi, l'amministrazione ha specificato che Aster è dovuta intervenire per evitare che l'albero cadesse definitivamente, travolgendo persone e cose.

"Ho ricevuto risposta all’interrogazione a seguito dell’ennesimo abbattimento effettuato nel settembre scorso - sottolinea Gozzi -. Si è trattato dell’ultimo di una lunga serie, senza che si sia mai proceduto a sostituzioni: il risultato sono aiuole sempre più vuote, tronchi mozzati, cumuli di segatura e un disegno complessivo notevolmente compromesso. Convinto che si tratti di un depauperamento inaccettabile del patrimonio naturalistico e artistico della città, certo che questa città abbia bisogno di più alberi e non di uno in meno, avevo chiesto lumi".

Nella risposta, scritta dall'assessore alle Manutenzioni e Decoro Urbano Mauro Avvenente, si legge che Aster ha proceduto a fare le analisi fitosanitarie da cui è derivato che "la pianta di Pinus halepensis presentava due fessurazioni profonde che si estendevano dal colletto fino a 30 cm sul fusto, nella zona a trazione, con resinazione. Questo difetto è identificato come cedimento dei contrafforti". Di conseguenza, era stato prescritto l'abbattimento per la possibile caduta della pianta, onde evitare che potesse causare danni a passanti, autovetture e al palazzo di fronte.

Sempre secondo Aster, secondo le ultime analisi effettuate, non ci sono piante che devono essere abbattute nel prossimo futuro. 

Per quanto riguarda la sostituzione delle piante abbattute o cadute, "seguirà uno schema che sarà sottoposto alla soprintendenza in modo da rispettare la simmetria delle aiuole come in origine".

"Soddisfatto dell’esistenza di un piano e dell’iniziativa - commenta Gozzi - chiederò aggiornamenti fra tre mesi circa l’avanzamento delle procedure"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pino abbattuto in piazza Bonavino, il Comune: "Siamo intervenuti per evitare che cadesse"

GenovaToday è in caricamento