Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Via Nazionale

Paga mille euro per le casse viste on line e finisce truffato

Navigando in internet, aveva notato in vendita una coppia di casse musicali a un prezzo interessante. Ha inviato via posta dapprima un anticipo di 380 euro e poi un secondo vaglia per un importo di 670 euro. Ma l'oggetto non è mai arrivato

Si è conclusa con una segnalazione per truffa l'indagine condotta dalla sezione anticrimine del commissariato di Chiavari, a seguito della denuncia sporta da una donna residente nel levante ligure. La querelante ha raccontato agli agenti che il marito qualche giorno prima, navigando in internet, aveva notato in vendita una coppia di casse musicali a un prezzo interessante.

L'uomo, dopo aver contattato il venditore, un sedicente agente di una ditta di apparecchi hi-fi, trovato un accordo sul prezzo e sulle modalità di pagamento, ha inviato via posta dapprima un anticipo di 380 euro e poi, dopo vari solleciti da parte del venditore, un secondo vaglia per un importo di 670 euro.

Non ricevendo gli articoli ordinati, i due coniugi si sono allarmati e hanno contattato nuovamente l'agente ottenendo dallo stesso solo vaghe e non convincenti spiegazioni circa la mancata consegna della merce.

Grazie alla celere attività degli operatori del commissariato, in poco tempo è stato possibile identificare e denunciare il truffatore, un 30enne residente nel vercellese a carico del quale sono emerse numerose segnalazioni in relazione ai reati di appropriazione indebita, insolvenza fraudolenta e truffa, l’ultima delle quali messa a segno due settimane fa nel ponente ligure.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paga mille euro per le casse viste on line e finisce truffato

GenovaToday è in caricamento