Divieto di balneazione a Pegli e a Sturla, «Trovati colibatteri fecali»

A rivelarlo è stato l'assessore Matteo Campora in Consiglio comunale in risposta a un'interrogazione di Mauro Avvenente e Lorella Fontana

Il Consiglio comunale odierno è iniziato come di consueto con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Mauro Avvenente (Pd) e Lorella Fontana (Lega SP) hanno chiesto spiegazioni sui divieti di balneazione, a seguito dei dati di Arpal sulla qualità delle acque di Sturla e di Pegli. Quali prospettive per l'estate?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica dell'assessore Matteo Campora: «Arpal, mensilmente e per tutta la stagione balneare, controlla le acque comparandone i valori con quelli degli ultimi quattro anni. Se un campione non risultasse idoneo, il sindaco ha l'obbligo di interdire la balneazione fino all'esito positivo del campionamento. Attualmente la balneazione è vietata nelle due spiagge citate, dove sono stati trovati colibatteri fecali; ci siamo quindi attivati con Ireti, per verificare che non ci siano scarichi illeciti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto fatale con un'auto, addio a Emanuele Bonzani

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Trovato morto sulle alture di Sestri Ponente, lutto per Giuseppe Terramagra

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

  • Coronavirus, Bassetti: «Il virus sembra avere perso forza, basta con il bollettino delle 18»

Torna su
GenovaToday è in caricamento