Divieto di balneazione a Pegli e a Sturla, «Trovati colibatteri fecali»

A rivelarlo è stato l'assessore Matteo Campora in Consiglio comunale in risposta a un'interrogazione di Mauro Avvenente e Lorella Fontana

Il Consiglio comunale odierno è iniziato come di consueto con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Mauro Avvenente (Pd) e Lorella Fontana (Lega SP) hanno chiesto spiegazioni sui divieti di balneazione, a seguito dei dati di Arpal sulla qualità delle acque di Sturla e di Pegli. Quali prospettive per l'estate?

La replica dell'assessore Matteo Campora: «Arpal, mensilmente e per tutta la stagione balneare, controlla le acque comparandone i valori con quelli degli ultimi quattro anni. Se un campione non risultasse idoneo, il sindaco ha l'obbligo di interdire la balneazione fino all'esito positivo del campionamento. Attualmente la balneazione è vietata nelle due spiagge citate, dove sono stati trovati colibatteri fecali; ci siamo quindi attivati con Ireti, per verificare che non ci siano scarichi illeciti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e ghiaccio in autostrada: scattano blocchi e chiusure, la situazione traffico

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • Covid, morto lo psichiatra Gian Luigi Rocco. Il figlio: «Mio padre non c’è più, ma là fuori c’è chi si lamenta perché farà il Natale da solo»

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento