menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

G8, medico delle torture licenziato dopo 12 anni

Giacomo Toccafondi, conosciuto come il "seviziatore di Bolzaneto", è stato licenziato dalla Asl a 12 anni di distanza dalle torture del G8 genovese. Lavorava all'ospedale Gallino di Pontedecimo

Lo chiamavano il «seviziatore di Bolzaneto». Durante i drammatici giorni del G8 genovese Giacomo Toccafondi, 60 anni, non lavorava in camice bianco, ma con la tuta mimetica della polizia penitenziaria.

Dopo 12 anni e 8 mesi da quei fatti incresciosi il medico è stato licenziato dalla Asl 3 con decorrenza immediata e senza preavviso. Lavorava, fino a ieri, all'ospedale Gallino di Pontedecimo in qualità di chirurgo.

Da anni le immagini delle "torture" di Toccafondi facevano il giro del mondo, specialmente dopo la realizzazione del film di Daniele Vicari "Diaz, don't clean up this blood". Il sessantenne era il responsabile dell'infermeria di Bolzaneto, soprannominata la "caserma degli orrori". Secondo i giudici il medico agì con particolare crudeltà. In Appello era stato salvato dalla prescrizione, ma condannato a risarcire le vittime. Prescrizione anche in Cassazione. Era accusato di omissione di referto, violenza privata, lesioni, abuso d'ufficio. Terminato l'iter giudiziario è stato licenziato.Potrà in ogni caso presentare ricorso d'urgenza contro il licenziamento. In questi anni era stato premiato dalla Asl per i raggiungimento degli obiettivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento