menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiavari: perquisizioni in casa di nove 'Latin King', un arresto

Perquisizioni della polizia in casa di diversi affiliati ai Latin King a Chiavari, Lavagna, San Salvatore di Cogorno e Camogli. In una delle abitazioni trovati 15 grammi di eroina, arrestato M. F. per detenzione a fini di spaccio

Chiavari - Nel corso degli ultimi mesi, il commissariato di Chiavari ha intrapreso un'attività di monitoraggio di un gruppo di giovani sudamericani (per la maggior parte originari dell'Ecuador), stanziati nel Levante ligure e facenti capo alla 'pandillas' denominata Latin King.

I soggetti in questione sono stati segnalati a più riprese alla locale autorità giudiziaria per una lunga serie di episodi delittuosi culminati con l'aggressione e la prevaricazione di ragazzi di eguale etnia, nonché per i ripetuti danneggiamenti di veicoli e vetrine, compiuti nelle scorribande notturne effettuate nelle vie del centro cittadino (l'episodio più significativo il 2 dicembre 2012).

Ieri mattina, mercoledì 13 febbraio 2013, sono state eseguite nove perquisizioni domiciliari, precedentemente concordate con la locale autorità giudiziaria, nei confronti di altrettanti componenti, rappresentanti i vertici della 'pandillas' su questo territorio.

I controlli, effettuati contemporaneamente a Chiavari, Lavagna, San Salvatore di Cogorno e Camogli, hanno permesso di sequestrare diverso materiale attestante l'affiliazione alla 'pandillas' (collanine, cappellini, cinture), materiale cartaceo nonché tre computer portatili e 'chiavette' memoria usb, il cui contenuto sarà successivamente vagliato.

Inoltre, in una delle abitazioni, sono stati rinvenuti della sostanza stupefacente con le caratteristiche dell'eroina, per un peso approssimativo di circa 15 grammi, denaro per 600 euro complessivi, e un bilancino di precisione funzionante per la pesa della stessa.

Il giovane presso la cui abitazione è stata recuperata la sostanza, M.F,. è stato tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e trasferito presso il carcere di Chiavari.

L'operazione di polizia è stata possibile grazie alla collaborazione della squadra mobile di Genova, del reparto prevenzione crimine Liguria e del reparto cinofili della polizia di stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento