menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto nel bagno dell'ospedale, la figlia chiede giustizia

Dai risultati dell'autopsia prevista questa mattina sul corpo di Gerardo Zarra sarà possibile ottenere maggiori elementi per chiarire come è morto il pensionato

Dai risultati dell'autopsia prevista questa mattina sul corpo di Gerardo Zarra sarà possibile ottenere maggiori elementi per chiarire come è morto il pensionato di 75 anni. Moglie e figlia non si danno pace dopo che venerdì hanno appreso del decesso proprio all'ospedale San Martino, dove il loro congiunto era ricoverato.

Il pubblico ministero Vittorio Ranieri Miniati ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti. Secondo quando denunciato dalla figlia della vittima, il padre era sottoposto a ossigenoterapia, trattamento che richiede una vigilanza continua.

Venerdì la donna ha telefonato al padre alle 10.30 e questi ha risposto confortandola sulle sue condizioni di salute. Poi dalle 15.15 il silenzio. Alle 17.30 madre e figlia si presentano al San Martino per scoprire che Gerardo Zarra non era nel suo letto e la porta del bagno era chiuso dall'interno.

Poco dopo le infermiere hanno allontanato le due donne dalla stanza, per ripresentarsi a loro poco dopo con la triste notizia. Ora il pm intende accertare eventuali responsabilità, ovvero chiarire se il personale sanitario abbia fatto tutto il possibile per salvare la vita al pensionato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crollo cimitero Camogli, il cronoprogramma dei lavori

  • Coronavirus

    Covid, in Liguria 248 nuovi positivi, 11 nuovi ospedalizzati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento