Cronaca

Fusco e Piredda si dimettono e puntano alla scarcerazione, indagato anche Paladini

Le due consigliere regionali Marylin Fusco e Maruska Piredda rassegnano le dimissioni dopo gli arresti di ieri. Indagato l'ex deputato Idv Giovanni Paladini, marito della Fusco

Hanno rassegnato le dimissioni dal Consiglio Regionale della Liguria Marylin Fusco e Maruska Piredda, entrambe agli arresti domiciliari da ieri con l'accusa di presunto peculato nell'ambito dell'inchiesta sulle spese pazze dei gruppi consiliari in Regione. Il marito della Fusco, l'ex deputato ed ex plenipotenziario dell'Idv in Liguria Giovanni Paladini, è invece indagato per peculato in concorso con la campagna, in quanto sarebbe stato a conoscenza delle sue presunte spese irregolari tra il 2010 e il 2012. Tra queste ci sarebbero, tra le altre cose, cappellini di cachemire, penne firmate, cene con amiche, figli e mariti, vacanze in alberghi di lusso, parrucchiere, abbigliamento e corse in taxi.

La lettera di dimissioni, secondo quanto avrebbe riferito il legale della Fusco Stefano Savi, è stata depositata in Regione e presso il gip e potrebbe essere decisiva per la scarcerazione in quanto l'imputata non sarebbe più in condizione di reiterare il reato. La lettera di Maruska Piredda, invece, non sarebbe ancora stata presentata all'ufficio di presidenza del Consiglio Regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusco e Piredda si dimettono e puntano alla scarcerazione, indagato anche Paladini

GenovaToday è in caricamento