Gronda, il consiglio comunale vuole chiedere al ministro di avviare i lavori

Con 24 voti a favore e 17 presenti non votanti, il consiglio comunale ha approvato una mozione, che impegna sindaco e giunta ad attivarsi presso il governo perché partano i lavori per realizzare l'opera

Oggi, martedì 9 giugno 2020, il consiglio comunale ha approvato una mozione, che impegna sindaco e giunta a farsi portavoce a nome della città presso il Governo affinché il Ministro alle Infrastrutture si attivi a firmare l'avvio dei lavori per la Gronda.

La necessità dell'opera è tornata in maniera prepotente alla ribalta a causa dei disagi, riscontrati sulle autostrade ligure nelle ultime ore, che hanno portato anche alla revoca della seduta del consiglio regionale.

La mzione è passata con 24 voti a favore: Lega Salvini Premier, Cambiamo, Vince Genova, Direzione Italia, Fratelli d’Italia e 17 presenti non votanti: Pd, Italia Viva, M5S, Lista Crivello, Chiamami Genova, Ubaldo Santi (Gruppo misto).

Il documento è stato presentato da Lorella Fontana, Maurizio Amorfini, Fabio Ariotti, Federico Bertorello, Francesca Corso, Simone Ferrero, Luca Remuzzi, Maria Rosa Rossetti e Davide Rossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento