menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvione: corsie gialle inaccessibili a Genova, autovelox a Davagna

Invece di facilitare l'accesso alle zone alluvionate, la polizia municipale di Davagna ne ha approfittato per sistemare alcuni autovelox nella zona. A Genova scuole riaperte e traffico in tilt, ma corsie gialle sempre inaccessibili

L'entroterra genovese è devastato dopo la recente alluvione. Fortunatamente qualche volonteroso si sta avventurando anche in zone come Montoggio, Savignone o Casella per dare una mano a rimuovere le montagne di detriti che invadono le strade.

Per questo la strada che dalla Valbisagno sale verso questi comuni è interessata da un flusso maggiore di veicoli rispetto al solito. Invece di facilitare l'accesso alle zone alluvionate, la polizia municipale di Davagna ne ha approfittato per sistemare alcuni autovelox nella zona, scatenando la rabbia di chi si trova a transitare per quelle strade.

Per il sindaco di Davagna, Romildo Malatesta, il codice della strada va rispettato anche in caso di emergenza. Ma forse il motivo delle postazioni per il controllo della velocità sta sempre nella necessità dei Comuni della zona di fare cassa.

Del resto anche a Genova, con la riapertura delle scuole, ma le strade ancora invase dal fango, nessuno ha pensato di permettere la circolazione dei mezzi privati sulle corsie gialle riservate ai bus, provvedimento che avrebbe alleggerito notevolmente il traffico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento