Costume e società

Dialetto curioso: cos'è il "rattopennugo", e da dove deriva questa strana parola?

Il pipistrello ha molti nomi curiosi anche all'estero

C'è un animale curioso, che è facile vedere nei nostri cieli soprattutto d'estate, e che ha collezionato nomi molto particolari anche all'estero. E che, al giorno d'oggi, con la vicenda del coronavirus, è salito più volte agli onori della cronaca.

Si tratta del pipistrello, che in genovese ha un nome decisamente originale: "rattopennugo". Diciamolo, chi non sa cosa vuol dire questa parola in dialetto difficilmente ci può arrivare per intuito.

Ma da dove deriva un nome così complesso? Rattopennugo vuol dire semplicemente "ratto pennuto", cioè, in fin dei conti, ratto con le ali. Il nome arriva ovviamente da "ratto", cioè topo, e "pennugo", che probabilmente deriva dal latino volgare "pinnucus" e vuol dire pennuto. Non è la prima volta che il pipistrello viene accostato al ratto: basti pensare che in francese si dice "chauve souris", cioè topo calvo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dialetto curioso: cos'è il "rattopennugo", e da dove deriva questa strana parola?

GenovaToday è in caricamento