rotate-mobile
Costume e società

Selvaggia Lucarelli contro la pasticceria genovese che non accetta il bancomat: "Effetto Meloni"

Il post della celebre opinionista televisiva è diventato virale sui social e ha alimentato il dibattito, la protesta del titolare va però avanti da molto tempo ed è antecedente alle ultime misure al vaglio del governo

Selvaggia Lucarelli si scaglia contro una celebre pasticceria genovese perché non accetta i pagamenti con il bancomat definendo il caso "Effetto Meloni". La celebre giornalista e opinionista da tempo conduce la propria personale battaglia in favore dei pagamenti elettronici. In passato aveva fatto discutere un suo post contro una gelateria ligure, recentemente aveva anche espresso solidarietà nei confronti di Silvia Salis, che aveva denunciato un tassista che dichiarava di accettare solo pagamenti in contanti.

Sulla propria pagina Facebook (con oltre un milione e mezzo di follower) Selvaggia Lucarelli ha postato alcune foto e ha scritto: "Effetto Meloni. Una delle più famose pasticcerie storiche di Genova, Mangini in Piazza Corvetto, ha deciso di non accettare più carte e bancomat. Nonostante l’obbligo. Si ricomincia a parlare di discriminazioni a caso, ci mancava".

Lucarelli lega quindi la scelta del negoziante alle ultime misure annunciate dal governo Meloni in tema di pagamenti elettronici, in realtà la protesta del titolare della pasticceria è antecedente e all'interno del locale sono presenti da molto tempo cartelli informativi (riconoscibili anche nelle foto pubblicate dalla giornalista) in cui vengono spiegate in maniera dettagliata le ragioni della scelta. Il post Facebook è diventato virale in pochissimo tempo, alimentando il dibattito anche sui social.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selvaggia Lucarelli contro la pasticceria genovese che non accetta il bancomat: "Effetto Meloni"

GenovaToday è in caricamento