menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco di Hebron in visita a Palazzo Tursi

La visita del sindaco di Hebron rinsalda gli stretti rapporti tra le due città, formalizzati nel 2009 con un protocollo di amicizia e collaborazione

Il vicesindaco Stefano Bernini ha ricevuto ieri, negli uffici di rappresentanza di palazzo Tursi, il sindaco di Hebron, Daoud Zatari.

La visita del sindaco di Hebron rinsalda gli stretti rapporti tra le due città, formalizzati nel 2009 con un protocollo di amicizia e collaborazione che ha portato in questi anni a scambi e occasioni di confronto particolarmente interessanti. 

All'incontro di ieri erano presenti anche rappresentanti di Iren, che hanno definito conclusa la prima parte del progetto “Capacity Enhancement of Water and Sanitation Department in Hebron Municipality”, sviluppato dal Consolato Italiano e specificatamente dal Palestinian Municipalities Support Program in partnership con il Comune di Hebron e il Comune di Genova tramite la Società partecipata Iren. Lo scopo del progetto è stato il miglioramento della qualità dei servizi di acquedotto e fognatura della comunità di Hebron.

Iren ha partecipato realizzando un master plan che ha permesso di approfondire la conoscenza dell'attuale situazione della rete fognaria e dell'acquedotto, e - successivamente - individuare i punti critici e impostare lavori di miglioramento dei servizi.

Altrettanto importante è stato il lavoro di formazione fornito da Iren che con specifici training courses ha permesso al personale locale di approfondire le nuove tecniche sia nel campo della gestione dell'acquedotto e della rete fognaria, sia in campo amministrativo; particolare attenzione è stata dedicata alla sistemazione del nuovo laboratorio, sia chimico che batteriologico, e alle tecniche di ricerca delle perdite nella rete idrica e fognaria. 

Importante anche l'attività di affiancamento e fornitura di nuove attrezzature e strumentazioni per la parte chimica e batteriologica del laboratorio chimico, tra le quali un automezzo dedicato alle ricognizioni delle reti e attrezzature di ricerca perdite.

L'incontro si è concluso con uno scambio di doni e con l'auspicio di nuove collaborazioni in campo economico-sociale, tra le quali quella per un nuovo parco tecnologico a Hebron al quale la città di Genova possa fornire importanti contributi in termini di contenuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento