menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ilva, attesa per la scadenza della manifestazioni di interesse

Alle 18 scade il termine. A quel punto si saprà quali fra le ipotesi circolate siano davvero concrete fra il gruppo Marcegaglia e la Cassa Depositi Prestiti, oltre ad Arvedi, Ottolenghi, Transteel, Eusider e dei coreani Posco

Giornata particolarmente importante per il futuro di Ilva. Alle 18 scade il termine per le manifestazioni di interesse all'acquisto del gruppo. A quel punto si saprà quali fra le ipotesi circolate siano davvero concrete fra il gruppo Marcegaglia e la Cassa Depositi Prestiti, oltre ad Arvedi, Ottolenghi, Transteel, Eusider e dei coreani Posco. 

Ieri intanto, come concordato in riunione capigruppo, l'assessore allo Sviluppo economico Emanuele Piazza ha relazionato l'aula su quanto avvenuto mercoledì scorso, nell'incontro a Roma sulla situazione di Ilva.

«La riunione al ministero dello Sviluppo economico, alla quale ha partecipato il viceministro Teresa Bellanova, è stato un momento di chiarezza in una vicenda molto complessa. In particolare, nel processo di vendita del gruppo Ilva, il governo ha indicato come esigenza fondamentale l'individuazione di un soggetto industriale in grado di promuovere lo sviluppo del gruppo nel suo insieme e la garanzia dei livelli occupazionali. Queste sono le priorità che guideranno il governo in questa operazione. Parallelamente, si è anche chiarito un altro punto rilevante: l'accordo di programma oggi in vigore. Il suo contenuto è il punto di partenza comune per gli sviluppi di questa delicata fase; ovviamente governo e istituzioni locali dovranno confrontarsi col nuovo proprietario. Sul reddito si è ribadito lo sforzo del governo nell'applicazione dell'emendamento al decreto Ilva per i contratti di solidarietà, che sono stati incrementati dal 60 al 70 per cento per creare omogeneità di trattamento tra i lavoratori di tutto il gruppo. Inoltre, sarà attivato un tavolo tecnico di confronto tra governo ed enti locali per utilizzare i fondi della Società per Cornigliano per i lavori di pubblica utilità. Il momento di Ilva è di grande attesa - ha concluso Piazza - perché dalla sua vendita dipenderà il futuro del gruppo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento