Politica Foce / Viale delle Brigate Partigiane

Foce, le aiuole rimangono coperte dai posteggi. Bocciata proposta "social"

Raccogliendo le istanze di un gruppo Facebook genovese il consigliere municipale Enrico Frigerio ha presentato una mozione che è stata respinta dal Municipio

Il Consiglio Municipale del Medio Levante ha bocciato una mozione presentata dal consigliere Enrico Frigerio e relativa alle aiuole decorate e ai posteggi di viale Brigate Partigiane che finiscono per coprirle alla vista dei cittadini.

Raccogliendo le istanze del gruppo Facebook “Genova contro il degrado”, che già si era speso per il ripristino del progetto originale di fine anni '50 dell’Architetto Luigi Carlo Daneri, Frigerio aveva proposto di "sopprimere i parcheggi presenti nel perimetro delle aiuole liberando la vista del verde e di valutare con gli uffici competenti la modifica dei parcheggi del viale da paralleli a lisca di pesce in modo da mantenere una differenza di parcheggi simile e un numero di corsie di scorrimento a saldo pari". La mozione proponeva anche di "Inserire la pista ciclabile tra i parcheggi e il marciapiede, in modo da renderla più sicura". Attraverso queste proposte viale Brigate Partigiane sarebbe tornata in maniera ancora più fedele al progetto originale dell’architetto Luigi Carlo Daneri, dove non erano previsti parcheggi lungo il perimetro ma solo quelli a lisca di pesce lungo il viale.

La mozione, presentata senza simboli di partito dal consigliere municipale Enrico Frigerio e firmata anche da Edoardo Marangoni ed Elena Putti, è stata però bocciata con 8 voti favorevoli e 13 contrari. 

«Continueremo a vedere gli autoveicoli invece della bellezza ritrovata e auspicata da molti - ha commentato Frigerio - l’assessore Comunale Campora in Commissione Municipale si era detto perplesso per la proposta e posticipava ogni decisione alla riqualificazione definitiva della della Fiera Del Mare, in Consiglio Municipale però la maggioranza dei consiglieri ha votato contro la proposta. Si tratta nel complesso di una spesa ingente, 800mila euro per il primo lotto, circa 3 milioni a completamento fino a Brignole, a fronte di questa spesa e di questo investimento continueremo però a vedere la carrozzeria delle auto per tutto il primo tratto del Viale; vengono spese ingenti risorse per ricreare una bellezza che di cui non possiamo godere».

«Non si è tornati al progetto originale - ha aggiunto il consigliere municipale - , e nemmeno si è ipotizzato di posizionare i posteggi a “lisca di pesce ”  accanto al marciapiede del viale, soluzione che poteva permettere di mantenere comunque un buon numero di unità di sosta. Ricordo inoltre che, dalla scorsa primavera, 280 parcheggi in piazzale Kennedy “danno un po’ di respiro” per quanto riguarda la sosta nella zona sud della Foce. In Fase progettuale sono rimasti inascoltati gli appelli per inserire armonicamente la ciclabile nel contesto, oggi ci troviamo una pista disordinata e poco sicura lato strada. Trovo che ci siano idee poco chiare per il decoro urbano e la mobilità cittadina».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foce, le aiuole rimangono coperte dai posteggi. Bocciata proposta "social"

GenovaToday è in caricamento