menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Yacht affondato in Marina: colpa di bocchettoni lasciati aperti

Dopo ore di duro lavoro svelato l'arcano: lo yacht è affondato a Sestri Ponente nella notte tra mercoledì 20 e giovedi 21 marzo per alcuni bocchettoni lasciati aperti

Genova - Svelato l'arcano: lo yacht, che nella notte tra mercoledì 20 e giovedì 21 marzo è affondato in Marina a Sestri Ponente (guarda il video), è andato a fondo per via di alcuni bocchettoni di coperta lasciati aperti dopo aver effettuato qualche lavoro al motore.

In effetti ieri l'armatore, l'ultraottantenne Carlo Ghiglino, residente a Masone, ci aveva informato di alcuni lavori che stava facendo fare al motore per mettere a nuovo l'imbarcazione. Ebbene, proprio la negligenza di chi ha fatto queste operazioni è stata fatale. Lo yacht, un cabinato in vetro resina di dodici metri, è affondato e solo il repentino intervento dei vigili del fuoco ha evitato danni peggiori.

Lunghe le operazioni di salvataggio dell'imbarcazione col guasto svelato solo nel primo pomeriggio di giovedì 21 marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento