menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tumori: scoperti farmaci che inibiscono lo sviluppo delle cellule malate

Un intervento farmacologico diretto contro la proliferazione delle cellule tumorali è al centro di uno studio condotto dai ricercatori del dipartimento D3 dell'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova

Genova - Un intervento farmacologico diretto contro la proliferazione delle cellule tumorali è al centro di uno studio condotto dai ricercatori del dipartimento D3 dell'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) e pubblicato dalla rivista internazionale Scientific Reports.

I risultati mostrano l'azione inibitoria di nuovi farmaci sull'attività della ceramidasi acida, una proteina che aumenta l'aggressività delle cellule tumorali e ne favorisce la resistenza agli agenti chemioterapici e alla radioterapia, situazione spesso osservata in tumori umani, come per esempio in vari tipi di melanoma e di cancro al colon, alla prostata e al seno.

La ricerca è stata coordinata dal professor Daniele Piomelli, direttore del dipartimento D3, con la partecipazione di ricercatori dell'University of California, Irvine, e dell'Università di Modena e Reggio Emilia.

Il punto di partenza della ricerca è stato un composto già utilizzato in clinica per il trattamento dei tumori al colon, il Carmofur, il cui meccanismo di azione non era però noto: «é risultato un potente inibitore della ceramidasi acida e che quest'azione è all'origine del suo effetto antitumorale - spiega Natalia Realini, ricercatrice del dipartimento D3 - e partendo da quest'osservazione abbiamo creato una serie di nuove molecole e abbiamo dimostrato che sono in grado di potenziare l'azione di farmaci chemioterapici su colture di cellule tumorali umane. È importante ricordare che queste sono le prime molecole capaci di inibire in maniera potente la ceramidasi acida, sia in vitro, che in vivo».

I prossimi passi saranno rivolti all'ottimizzazione chimica dei nuovi inibitori, cioé ad aumentarne selettività, sicurezza e facilità di somministrazione (Ansa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento