rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Supera di 60 quintali il carico massimo consentito e cerca di corrompere gli agenti

Fermato nei pressi del casello di Genova Ovest a bordo di un autocarro palesemente sovraccarico, il ragazzo ha tentato di farla franca, offrendo 50 euro ciascuno ai due agenti, che l'avevano fermato

Poco dopo la scorsa mezzanotte, la pattuglia di vigilanza autostradale in sosta al casello di Genova Ovest ha intimato l'alt a un autocarro guidato da un ragazzo di origine marocchina e residente nella provincia di Brescia. Agli agenti salta agli occhi che l'autocarro è stato caricato all'inverosimile con materiali sistemati alla bene e meglio sia sul tetto, sia nel vano posteriore.

Per accertare l'esatto carico del mezzo, gli agenti decidono di ricorrere alla pesa pubblica, quindi gli agenti hanno informato il conducente di seguirli presso quella più vicina, che si trova all'interno dell'area portuale.

A questo punto il ragazzo si è accorto di non avere scampo e ha deciso di sfoderare l'asso nella manica, offrendo con insistenza 100 euro agli agenti, 50 per ciascuno, ripetendo loro più volte “lasciate stare, vi prenderete un caffè”.

Gli operatori hanno proseguito nel loro lavoro come se nulla fosse, hanno messo sulla bilancia il veicolo e il risultato è stato che il peso complessivo era superiore di ben 60 quintali rispetto al consentito.

L'autista è stato obbligato a ripristinare il carico per non compromettere la stabilità e l'efficienza del veicolo e si è visto comminare una sanzione amministrativa di 422 euro, decurtare 4 punti dalla patente di guida, sequestrare le banconote e denunciare in stato di libertà all'Autorità giudiziaria per istigazione alla corruzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supera di 60 quintali il carico massimo consentito e cerca di corrompere gli agenti

GenovaToday è in caricamento