Sori, i lampioni spenti si segnalano con WhatsApp al Comune

Il numero attivato per comunicare con la cittadinanza offre da oggi un servizio in più

«Se sono spento segnala al 329 317 3898» si legge su una targhetta applicata sui lampioni del Comune di Sori. Un nuovo sistema di segnalazione per affrontare uno dei problemi maggiori: l'illuminazione scarsa o inefficiente. E in un'ottica di semplificazione e innovazione della comunicazione ai cittadini basterà un messaggio tramite l'applicazione WhatsApp per dare il proprio contributo.

Finora l'ufficio tecnico, che si occupa della gestione della pubblica illuminazione, ha dotato 1300 pali di etichetta con il numero assegnato al lampione e il numero di cellulare pubblico a cui scrivere. «Numerando i pali si ottiene una gestione delle segnalazioni più diretta ed efficace», spiega l'assessore ai Lavori Pubblici, Alberto Benvenuto. 

In comune ricevono le segnalazione che vengono inserite tramite un gestionale in una tabella e condivise con il manutentore degli impianti, in questo modo, entro qualche giorno, il problema sul territorio (se non si tratta di un intervento straordinario) viene risolto. 

«Cerchiamo di semplificare la comunicazione e le procedure attraverso gli strumenti gratuiti che la tecnologia ci mette a disposizione - ha commentato l'assessore alla Coumunicazione, Ilaria Bozzo - un cambiamento e un'innovazione che intendiamo introdurre all'interno della macchina comunale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Genova, tutte le attività commerciali che sono aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus, 51 morti in un giorno. I casi positivi sono 2.329

  • Coronavirus, l'intuizione al Villa Scassi: apparecchiature da sub per testare l'efficacia dei ventilatori

Torna su
GenovaToday è in caricamento