menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prima il furto al grande magazzino, poi la fuga nei boschi: ladro trovato nel bagagliaio di un'auto

La polizia ha arrestato due dei quattro membri di una banda che in nottata a razziato il Bimbostore di via Siffredi: i ladri sono prima fuggiti nei boschi, poi sono stati intercettati

Un rocambolesco inseguimento nei boschi, culminato con un finale degno di un film, con uno dei ladri nascosto per tutta la notte nel bagagliaio di un’auto: è successo nella notte tra domenica e lunedì a Sestri Ponente, dove le volanti della Polizia sono intervenute per arrestare due uomini che si erano introdotti nel grande magazzino Bimbostore razziando gli scaffali e poi dandosi alla fuga.

L’allarme è scattato intorno alle mezzanotte, quando al centralino è arrivata una segnalazione sulla presenza dei ladri nel negozio di via Siffredi: arrivati sul posto, gli agenti hanno subito individuato due uomini che tentavano di defilarsi entrando in un tunnel che collega via Siffredi a via Calda e che finisce nei boschi alle spalle del quartiere. Una volta tra gli alberi, i due malviventi si sono divisi, uno riuscendo a far perdere inizialmente le proprie tracce, l’altro, un 40enne di origini romene, tentando di darsi alla fuga con un’auto parcheggiata lungo la via, ma bloccato dai poliziotti prima di riuscire a fare manovra.

E’ iniziata quindi una caccia all’uomo per trovare il complice, culminata alle prime luci dell’alba, quando alcuni agenti hanno trovato il ladro, un 19enne anche lui di origine romene, nascosto nel bagagliaio di un’altra auto, dove era rimasto per gran parte della nottata. Le auto sono state perquisite, e su ognuna sono stati trovati oggetti da scasso, mentre nel tunnel gli agenti hanno rinvenuto il bottino abbandonato dai ladri durante la fuga, un cartone contenente abiti da bambino e 5 baby monitor, per un totale di 1.220 euro di merce.

I due ladri sono stati arrestati e portati nel carcere di Marassi con l’accusa di furto aggravato in concorso, ma dalle telecamere di sorveglianza la polizia ha accertato che a introdursi nel negozio passando dal lucernario è stata una banda composta da 4 uomini, tutti con il viso coperto, appoggiati da una quinta persona rimasta all’esterno per fare da palo. Indagini sono ora in corso per risalire all’identità degli altri tre membri della gang.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Begato, è iniziata la demolizione della diga

  • Coronavirus

    Chiavari, aperto il nuovo hub da 1.600 vaccini al giorno

  • Coronavirus

    Coronavirus, 202 nuovi casi e altri sette decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento