menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scippi a raffica nei vicoli, era uscito di galera da pochi giorni

In poco più di un mese durante il quale è stato rimesso in libertà, ha commesso almeno due rapine e uno scippo. Per questo il gip ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare per un marocchino 43enne

La polizia ha arrestato per i reati di furto con strappo e rapina un marocchino di 43 anni, pluripregiudicato, clandestino e già destinatario di espulsione dal territorio dello Stato.

L'uomo è stato arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Genova a seguito di approfondite indagini condotte dalla Sezione Contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile.

A suscitare l'attenzione degli investigatori era stata la particolare concentrazione di scippi rilevata, tra la fine di giugno e la metà di luglio, in un'area ben delimitata del centro storico, circostante via San Bernardo.

La minuziosa analisi delle immagini estrapolate dagli impianti di video sorveglianza, il contributo delle vittime, nonché l'ininterrotta predisposizione di servizi di appostamento e osservazione hanno consentito di raccogliere a carico del rapinatore gravi elementi di responsabilità in relazione sia allo scippo di un telefono cellulare e alla rapina di un orecchino (guarda il video) commessi nella mattinata del 2 luglio scorso in piazza San Bernardo ai danni di una trentasettenne ecuadoriana, sia alla rapina aggravata di una borsa, commessa nel pomeriggio del 7 luglio scorso, in via San Bernardo, ai danni di una ultrasessantacinquenne.

Nell'ultima circostanza il rapinatore ha colpito la vittima a un fianco e l'ha spinta contro un muro per impossessarsi della borsa.

Il 43enne è stato anche denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in quanto nel corso dell'attività d'indagine è stato controllato e trovato in possesso di circa 5 grammi di hashish. L'uomo era stato scarcerato soltanto il 23 giugno per fine pena, scontata per reati contro il patrimonio.

Sono in corso indagini tese a riscontrare le responsabilità dell'uomo in relazione alla commissione di altri fatti, commessi con analoghe modalità, recentemente verificatisi nel centro storico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento