Cronaca Sampierdarena / Piazza Antonio Ghiglione

Sampierdarena: lite per il parcheggio finisce a testate

Un 32enne genovese, con svariati precedenti di polizia, è stato denunciato per porto ingiustificato di armi e oggetti atti a offendere. I poliziotti l'hanno atteso sotto casa e l'uomo si è presentato con una mazza da baseball sotto braccio

Ieri sera una genovese di 24 anni, mentre cercava di uscire da un parcheggio in piazza Ghiglione a Sampierdarena ha visto arrivare un'autovettura, con a bordo un genovese di 32 anni. Quest'ultimo, noncurante della manovra della ragazza, le ha parcheggiato di fronte, di fatto impedendole di uscire.

La giovane, che nel frattempo era stata raggiunta dal padre, ha chiesto all'uomo di spostare la sua macchina. Quest'ultimo, probabilmente in preda ai fumi dell'alcool, ha iniziato a inveire contro la ragazza e quando il padre ha cercato di calmarlo lo stesso l'ha colpito al volto con una testata per poi allontanarsi a bordo della sua auto.

Gli agenti intervenuti, anche grazie al fatto che la giovane si è annotata la targa del veicolo, sono riusciti a rintracciare il domicilio del violento. Gli operatori, una volta arrivati sotto casa, hanno immediatamente visto la macchina parcheggiata ma all'indirizzo hanno trovato solo la madre del 32enne.

Dopo alcuni minuti però è giunto l'uomo che, con fare disinvolto e indifferente, ha cercato di entrare all'interno della sua abitazione con sotto il braccio una mazza da baseball avvolta in una casacca arancione, nonostante la presenza degli agenti sulla porta.

L'uomo, con svariati precedenti di polizia, è stato denunciato per porto ingiustificato di armi e oggetti atti a offendere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampierdarena: lite per il parcheggio finisce a testate

GenovaToday è in caricamento