Marijuana in casa, si giustifica: «Sono senza lavoro, spaccio per mantenere la famiglia»

Un 32enne è stato denunciato dalla polizia a Recco. A segnalarlo al commissariato di Chiavari sono stati alcuni abitanti della zona

Quando la polizia si è presentata alla porta di casa sua, dove vive con moglie e figli minori, ha ammesso di spacciare droga e ha provato a giustificarsi col fatto che è disoccupato. Protagonista della vicenda un 32enne ecuadoriano, residente a Recco, denunciato per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

Da qualche tempo aveva avviato una piccola attività di cessione di droghe 'leggere', che però non era passata inosservata ai residenti della zona, i quali hanno allertato i poliziotti del commissariato di Chiavari.

Intorno alle 19.30 di giovedì 5 novembre 2020, dopo un lungo appostamento, gli agenti hanno proceduto alla perquisizione domiciliare del 32enne, rinvenendo e sequestrando due arbanelle in vetro e un involucro contenenti marijuana, per un peso complessivo di circa 60 grammi, un bilancino di precisione e alcuni fogli con sopra nominativi e relativi importi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • È arrivata la neve: le foto

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento