menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapine in villa a Chiavari, arrestato il quarto componente della banda

In manette Augustin Cani, sopreso al porto di Brindisi mentre tentava di tornare in patria. Gli agenti si sono insospettiti perchè il 39enne viaggiava senza valigie. La polizia ritiene così di aver sgominato la banda di rapinatori attivi a Chiavari

Genova - La squadra mobile di Brindisi ha arrestato Augustin Cani, albanese di 39 anni in Italia senza fissa dimora, mentre tentava di ritornare nel suo Paese d'origine. L'uomo è ritenuto, insieme ai connazionali Alfred Meci, Egisen Tola e Nik Baji, responsabile di cruente rapine in villa a Chiavari e dintorni. La polizia è giunta alla sua identificazione attraverso il controllo di tutti gli alberghi della provincia.

Augustin Cani è stato controllato dalla polizia in servizio presso lo scalo marittimo di Brindisi. L’attenzione del personale è stata attirata dal giovane che si apprestava a partire completamente privo di bagagli.

Il pm di Chiavari ha emesso nei confronti di Augustin Cani un decreto di fermo di indiziato di delitto perché indagato per il reato di rapina aggravata in concorso. Il provvedimento restrittivo è stato eseguito dal personale della Polizia di Stato in servizio presso lo scalo marittimo di Brindisi. Augustin Cani è stato trasferito nel carcere di Brindisi a disposizione dell’autorità giudiziaria di Chiavari.


Con la cattura del Cani, la polizia ritiene di aver completamente sgominato la pericolosa banda di albanesi che ultimamente ha colpito in Liguria. Sono in corso gli approfondimenti investigativi finalizzati a comprovare il coinvolgimento dei fermati in altre rapine consumate a Genova e Chiavari con le stesse modalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento