menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina alla farmacia di via Bobbio, arrestato 44enne

Marco Lo Bartolo è stato arrestato ieri, giovedì 2 agosto 2012, intorno alle ore 19 circa in corso De Stefanis. Il quarantaquattrenne è accusato di aver rapinato poco prima la farmacia del Chiappazzo in via Bobbio armato di pistola

Ha fatto appena tempo a raggiungere il fratello che la polizia era già sulle su tracce. Marco Lo Bartolo è stato arrestato ieri, giovedì 2 agosto 2012, intorno alle ore 19 circa in corso De Stefanis. Il quarantaquattrenne è accusato di aver rapinato poco prima la farmacia del Chiappazzo in via Bobbio armato di pistola.

L'uomo è entrato all’interno del locale dall’ingresso principale e si è precipitato al bancone, ove erano presenti anche alcuni clienti, ha estratto dalla cintura una pistola che ha puntato minacciosamente nei confronti del personale della farmacia dal quale si è fatto consegnare l’incasso di circa 100 euro.

Gli investigatori della squadra mobile si sono recati immediatamente sul posto per acquisire elementi utili all’identificazione del responsabile attraverso le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza.

Il rapinatore indossava dei pinocchietti di colore rosso, una maglietta nera e aveva un vistoso tatuaggio sul braccio sinistro. Acquisiti tali importanti elementi, il personale della squadra mobile ha effettuato un’accurata perlustrazione della zona e in corso De Stefanis ha notato due soggetti che percorrevano il marciapiede in direzione via Fereggiano.

Uno dei due uomini presentava le stesse caratteristiche fisiche e il medesimo abbigliamento del rapinatore. Gli investigatori, hanno quindi bloccato i due trovando indosso al Marco Lo Bartolo, che presentava le stesse caratteristiche fisiche del rapinatore, oltre che lo stesso abbigliamento, la pistola utilizzata per la rapina alla farmacia. L’arma, priva di tappo rosso, risultava essere una pistola ad aria compressa caricata con alcuni pallini di plastica.

Il secondo soggetto, che era il fratello del rapinatore, 48 anni anch’egli con pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio, deteneva all’interno della tasca dei pantaloni alcune banconote della medesima pezzatura di quelle rapinate dalla farmacia. Pertanto quest’ultimo è stato deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione.


Sono in corso approfondimenti investigativi volti a verificare l’eventuale coinvolgimento due fratelli in altre rapine analoghe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento