menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prostituzione: scoperta gang criminale, botte e ragazze segregate

Tre arresti a Genova nell'ambito di una maxi inchiesta sullo sfruttamento della prostituzione. Botte e minacce alle ragazze abbindolate con la solita promessa di una vita migliore

Tre persone sono finite in manette perché accusati di violenza sessuale, sfruttamento della prostituzione ed estorsione. Una vera e proprio banda criminale, con sede a Genova, con i tre che facevano venire ragazze in Italia dall'Albania con la solita promessa di una vita migliore e invece le costringevano a prostituirsi e, in caso di rifiuto, le segregavano.

Per questo i tre stranieri, due uomini e una donna, sono stati arrestati dalla Procura di Genova in collaborazione con gli agenti dell'aliquota di polizia giudiziaria della Municipale nell'ambito di una maxi inchiesta sullo sfruttamento della prostituzione.

Tra i metodi utilizzati dalla gang per costringere una delle ragazze, rimasta incinta, a continuare a prostituirsi calci nelle gambe, colpi al volto e alle braccia con asciugamani bagnati fino alla minaccia di buttarla giù dalla finestra.

Il tutto è quanto emerge dall'ordinanza di custodia cautelare con cui il pm Alberto Landolfi ha chiesto e ottenuto l'arresto dei tre albanesi, accusati di violenza sessuale, sfruttamento della prostituzione ed estorsione. In un caso a una ragazza rimasta incinta avrebbero anche fatto pressioni per disfarsi del bambino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento