Ponte Morandi: spunta un nuovo filmato. Il 14 settembre grande manifestazione

A un certo punto il filmato si oscura a causa di un black out, ma non sarebbe frutto di una manomissione

C'è la giornata di pioggia con il maltempo che rende tutto meno nitido, le auto che scorrono, e che poi a un certo punto iniziano a frenare in entrambi i sensi di marcia. Poi un black out. E le immagini successive, tratte dalle telecamere di Autostrade, mostrano quello che ormai è già successo: il ponte Morandi non c'è più, tra l'incredulità e il terrore degli automobilisti rimasti a un passo dal baratro.

Video: il video di Autostrade con il black out al momento del crollo

Naturalmente su quel black out - che pareva sospetto - si sono concentrate le indagini della squadra mobile di Genova: alla fine, comunque, è stato accertato che il video non è stato manomesso. 

Un nuovo video che mostra il momento del crollo

In ogni caso, adesso la Procura ha in mano un nuovo video, registrato dalla telecamera di un'azienda di corso Perrone, che riprenderebbe interamente e integralmente il crollo del ponte. Le immagini al momento non sono state divulgate per motivi investigativi.

Polemiche tra Autostrade e Toninelli

Non si smorzano, intanto, i toni dell'aspra polemica tra Autostrade e il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli: Autostrade per l'Italia ha risposto alla richiesta del Ministero di avere una dettagliata relazione di quanto fatto per prevenire i pericoli e assicurare la funzionalità del ponte. Toninelli ha replicato su Twitter: «È incredibile sentir parlare Autostrade di "puntuale adempimento agli obblighi" dopo una tragedia con 43 morti, 9 feriti, centinaia di sfollati e imprese in ginocchio. Siamo all'indecenza. Rimetteremo le cose a posto e ridaremo sicurezza e servizi ai cittadini che viaggiano».

La video simulazione del crollo realizzata dallo studio Kostack

85 case assegnate finora

Sono già 85 le case assegnate alle famiglie che hanno dovuto abbandonare le proprie dopo il crollo del ponte: a renderlo noto, il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti.

Intanto, proseguono senza sosta i lavori per sgomberare il Polcevera dalle macerie: dei 5mila di partenza restano ancora da smaltire 800metri cubi di materiale. «E accelerano i lavori in molti cantieri della città, a partire da Lungomare Canepa dove, grazie all’installazione dell’illuminazione notturna, ora i lavori vanno avanti h24 e presto consentiranno di consegnare la strada nuova e decongestionare il traffico nel ponente cittadino. Genova può e deve rinascere, più bella e più forte di prima» conclude Toti.

Una grande manifestazione il 14 settembre

«Il 14 settembre, ad un mese esatto dalla tragedia che ha sconvolto Genova, la Liguria e l’Italia, ritroviamoci tutti, insieme, nel cuore della nostra città, in Piazza de Ferrari, alle 17.30». L'appuntamento è diffuso da Toti tramite la sua pagina Facebook.

«Un ricordo e una preghiera per le vittime, un grazie a tutti i soccorritori e i volontari per il loro generoso lavoro e un messaggio forte e chiaro per il mondo: ricostruiremo il ponte subito, quella strada spezzata non interromperà il nostro cammino verso il futuro». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento