Il M5s contro il presidente del Municipio Levante: «Si indaghi per apologia del fascismo»

I consiglieri pentastellati a Tursi annunciano di avere pronto un esposto da depositare in procura sul post su Mussolini che Francesco Carleo ha condiviso e poi rimosso lo scorso 20 aprile

I rappresentanti del Movimento 5 Stelle a Tursi hanno annunciato l’intenzione di presentare un esposto in procura contro il post su Mussolini condiviso lo scorso 20 aprile dal presidente del Municipio Levante, Francesco Carleo (Fratelli d’Italia).

I consiglieri penta stellati hanno definito «inaccettabile» che «alle porte del 25 Aprile il presidente del Municipio Levante pubblichi post che commemorino carnefici e dissacratori della democrazia - hanno fatto sapere in una nota- La nostra Costituzione parla chiaro poiché nata proprio dalle sofferenze inflitte agli italiani dal fascismo e dal Duce Benito Mussolini. L'esposto alla Procura che depositeremo farà chiarezza una volta per tutte e speriamo possa porre fine a queste azioni infami che riaprono ferite profonde che non vanno sminuite o dimenticate».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti, come detto, risalgono allo scorso 20 aprile, quando Carleo aveva condiviso sulla sua pagina Facebook un post in cui specificava che «la tanto attesa tredicesima venne istituita nel 1937 da Benito Mussolini come regalo di Natale ai lavoratori». Il post era stato poi rimosso, ma non prima che gli screenshot iniziassero a circolare in rete. E Carleo non è l'unico del Municipio Levante ad avere condiviso post legati al fascismo: qualche settimana fa era stato il consigliere leghista Igor D'Onofrio a finire nell'occhio del ciclone per alcuni post inneggianti i fasci di combattimento. Nel suo caso era stata la Lega a prendere posizione, annunciando che D'Onofrio era stato rimosso dal partito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

  • Evaso da Marassi, pericoloso latitante 'stanato' a Begato

  • Malore in strada, muore 70enne

Torna su
GenovaToday è in caricamento