menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendi, ancora roghi a Recco e Serra Riccò. Operaio indagato per quello sul Fasce

La Forestale ha individuato in un 50enne genovese il responsabile dell'incendio divampato mercoledì vicino ad Apparizione. Vigili del fuoco e volontari intanto continuano il lavoro incessante sul territorio

Continua l’emergenza incendi in Liguria, con Vigili del fuoco, volontari anti incendio boschivo e Forestale che lavorano ormai incessantemente da giorni per domare i roghi divampati in diverse parti della regione: soltanto a Genova e provincia, nell’ultima settimana gli incendi da domare sono stati 7, due dei quali, quello alle pendici del monte Fasce e quello scoppiata a Casarza, in località Novano, hanno causato moltissimi danni, distruggendo centinaia di ettari di vegetazione e, nell’ultimo caso, anche un’abitazione.

Proprio tra Casarza e Sestri Levante, dove il rogo causato da un contadino fuggito senza chiedere aiuto ha tenuto sotto scacco il Levante per due giorni, in queste ore continua la difficile bonifica a opera di volontari e Vigili del fuoco: pur con qualche focolaio ancora attivo nel crinale di Contrada Boschi e verso Punta Baffe, alle spalle di Sestri, i 3 canadair e l’elicottero che da due giorni si alzano in volo sono ormai riusciti a contenere il fronte, e gli uomini in azione stanno proseguendo con lo spegnimento e il contenimento. Anche la fornitura dell’acqua, interrotta in località Makallé e Contrada Boschi per la rottura di un tubo, è stata ripristinata.

Novità arrivano invece dal fronte dei responsabili: il nucleo investigativo della polizia Forestale, che ha aperto un fascicolo su ogni episodio che si è verificato, è riuscito a rintracciare il responsabile dell’incendio che mercoledì è scoppiato sulle pendici meridionali del monte Fasce arrivando a lambire le case ad Apparizione. Si tratta di un operaio genovese di 50 anni, che stando alle ricostruzioni avrebbe appiccato l’incendio involontariamente a causa di un flessibile da cui sarebbero partite alcune scintille che, complice la vegetazione secca e il vento forte, hanno scatenato il rogo che ha mandato in fumo quasi 5 ettari di vegetazione e tenuto impegnati i soccorsi per un intero pomeriggio. L’uomo è stato denunciato per incendio colposo, ed è molto probabile che il prezzo da pagare sarà piuttosto salato.

E la macchina dei soccorsi intanto non si ferma: nella giornata di ieri sono divampati due nuovi roghi a Serra Riccò nel pomeriggio e uno a Recco in serata, nel sentiero che porta alle piane di Cruen: su quest’ultimo fronte sono intervenute 4 squadre e una ventina di volontari, che insieme con i Vigili del fuoco sono riusciti a contenerlo e a evitare che le fiamme si avvicinassero troppo alle abitazioni presenti sulle alture.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento