menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Sestri Ponente, l'opposizione in Consiglio chiede che torni quello del pre-covid

La mozione è stata respinta. Ma il consigliere municipale del Medio Ponente Gabriele De Simone ha chiarito che si tratta solo di propaganda elettorale visto che l'ospedale «tornerà gradualmente alla sua normalità»

Con 21 voti contrari il consiglio comunale, nella seduta di giovedì 4 giugno 2020, ha respinto una mozione, firmata da Cristina Lodi, Stefano Bernini, Alberto Pandolfo, Alessandro Terrile, Claudio Villa, riguardante l'ospedale Padre Antero Micone di Genova Sestri.

La mozione chiedeva l'impegno di sindaco e giunta «ad attivarsi presso la Regione Liguria affinchè le autorità sanitarie preposte lavorino per riportare l'ospedale Padre Antero Micone allo stato precedente alla pandemia e informare il consiglio comunale se esiste un piano sanitario per il post-emergenza Covid-19 che riguardi lo sviluppo di tale presidio».

Contro il documento si sono espressi i consiglieri di Lega Salvini Premier, Vince Genova, Fratelli d'Italia, Direzione Italia, Cambiamo; due gli astenuti, entrambi di Forza Italia, e 16 i voti a favore: Italia viva, Pd, Lista Crivello, M5S, Chiamami Genova.

Ieri, con un post su Facebook, è intervenuto sulla questione anche il consigliere municipale del Medio Ponente Gabriele De Simone (Lega). «L'ospedale non chiudera?, basta fake news - scrive De Simone -. Come gia? dichiarato dall'Assessore regionale alla Sanita?, Sonia Viale, all'inizio dell'emergenza coronavirus l'ospedale e? stato inserito nel percorso di riorganizzazione della rete ospedaliera di tutta la regione in caso di necessita? e soprattutto, come presto verrà dimostrato, l'ospedale Micone tornerà gradualmente alla sua normalità confutando così tutta questa disinformazione creata a fini puramente elettorali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento