Razzie in case e villette isolate, preso il "Lupin" del Tigullio

L'uomo, 31 anni, è stato scoperto e fermato dalla polizia di Chiavari: in un box aveva allestito un vero e proprio "outlet" in cui rivendeva la merce rubata

Si era specializzato in furti in case e villette isolate del Tigullio e dell’entroterra, concentrandosi soprattutto su materiale per l’edilizia ma senza disdegnare gioielli, smartphone, gadget hi-tech e abbigliamento: i poliziotti del commissariato di Chiavari lo hanno arrestato nei giorni scorsi, un 31enne di origini moldave soprannominato “Arsenio Lupin” da chi da settimane era sulle sue tracce.

Gli investigatori sono risaliti a lui indagando su una serie di furti messi a segno tra Chiavari, Lavagna, Sestri Levante e Leivi. Dopo appostamenti e pedinamenti, sono riusciti a individuare un box che l’uomo aveva di fatto trasformato in una sorta di “outlet” in cui riceveva i clienti, che potevano osservare da vicino il “campionario”, tutto provento di furto: trapani, flessibili, carrelli e utensili, oggetti di artigianato, telefoni cellulari e apparecchiature elettroniche, ma anche attrezzi da dentista, numerosi caschi da motociclista e vestiti vari. 

L’ipotesi è che parte della merce fosse anche destinata al mercato dell’Est europeo, complice anche l’imballaggio utilizzato per riporla. Tutte le vendite erano meticolosamente appuntate su un blocchetto, trovato in una scatola da scarpe insieme con 900 euro in contanti.

Nel box sono stati inoltre trovati due scooter, risultati rubati, usati per mettere a segno i colpi, come confermato anche dalla Scientifica, che ha passato al setaccio le immagini delle telecamere di sorveglianza delle zone interessate dai furti. Per rendere meno riconoscibili i mezzi, il 31enne utilizzava inoltre targhe di scooter “puliti”, recuperate da scooter abbandonati o da rottamare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Degno di nota è il modus operandi del giovane che, pur utilizzando mezzi rubati, applicava targhe di motocicli “puliti” recuperate da motorini alluvionati o abbandonati. L’uomo è stato arrestato per ricettazione, e nei prossimi giorni proseguiranno le indagini per capire quanti colpi abbia messo a segno prima di essere individuato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto fatale con un'auto, addio a Emanuele Bonzani

  • Schianto auto-scooter in Albaro, muore 54enne

  • Trovato morto sulle alture di Sestri Ponente, lutto per Giuseppe Terramagra

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • Coronavirus, Bassetti: «Il virus sembra avere perso forza, basta con il bollettino delle 18»

  • Liguria ufficialmente riaperta. Novità e divieti con le ultime ordinanze

Torna su
GenovaToday è in caricamento