Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Dl Genova oggi alla Camera, Mattarella: «Abbiamo un debito con la città»

Il testo del documento, modificato con una serie di emendamenti, approda oggi a Montecitorio. Fiduciosi Bucci e Toti: «Parecchi miglioramenti, lavoreremo bene»

Dopo il via libera della commissioni Ambiente e Trasporti, il decreto Genova approda alla Camera: l’esame del testo (e dei 600 emendamenti) è partito in mattinata, dopo la conferma (così come stabilito da un nuovo emendamento all’articolo 1 presentato da M5s e Lega) del fatto che il commissario straordinario per la ricostruzione, Marco Bucci, dovrà rispettare le norme del codice antimafia nelle varie fasi, dalla demolizione alla progettazione e ricostruzione del ponte Morandi. 

Mattarella: «Obbligo di intervenire rapidamente»

La conversione del decreto in legge rappresenta un nodo fondamentale per la città, che attende il via libera per iniziare i lavori di demolizione di quanto resta del Morandi e avere così tempi più precisi sulla ricostruzione. Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha sottolineato la necessità di intervenire il prima possibile: « Il debito che abbiamo verso Genova è di sostenerla, di aiutarla a ricostruire rapidamente - ha detto nel corso di un incontro a Rimini con i rappresentanti dell’Anci, l’associazione che riunisce i Comuni italiani, ricordando «l’assurda, inaccettabile tragedia del ponte Morandi».

«Con il suo prezzo tremendo di vite umane, di sofferenza, di privazioni e di disagi - ha proseguito Mattarella - ha mostrato ancora una volta la solidarietà dei genovesi e quanto sia stata intensa la vicinanza degli italiani. Questo è il nostro paese. Con la sua cultura, le sue diversità, i suoi limiti, i suoi slanci straordinari».

Bucci e Toti fiduciosi: «Il decreto è stato migliorato»

Ad attendere l’esito della discussione, oltre ai genovesi, anche il commissario per l’Emergenza e governatore ligure, Giovanni Toti, e il sindaco e commissario per la ricostruzione Marco Bucci, che sul decreto (e l’incontro avuto con Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione) ha detto che «abbiamo lavorato bene: se tutte le modifiche proposte saranno approvate, avremo una legge forte, con cui si potrà lavorare».

«Rispetto al testo originale abbiamo una serie di modifiche che mi auguro verranno approvate - ha detto Bucci - Ho partecipato alla stesura e, tra aiuti alle imprese e porto, agli sfollati, al sistema di infrastrutture, parliamo di qualche centinaio di milioni in più».

Anche Toti ha confermato che «il Decreto Genova è stato migliorato», spiegando a Rtl 102.5. che «per il decreto è cambiato l’approccio verso la ricostruzione, è meno ideologico e si punta alla concretezza. Penso che il commissario Bucci potrà lavorare: sono aumentati gli stanziamenti, ci sono soldi per gli sfollati, per le imprese, per il porto. Si punta alla ricostruzione, c’è stato lavoro di collaborazione tra istituzioni locali e governo molto più proficuo, inizialmente forse c’era la fretta, una certa inesperienza del governo, ora va meglio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dl Genova oggi alla Camera, Mattarella: «Abbiamo un debito con la città»

GenovaToday è in caricamento