rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Lagaccio / Via Bologna

Centri per migranti nelle scuole, la prefettura smentisce

Cresce la necessità di luoghi idonei ad accogliere migranti, ma "non sono presi in considerazione edifici scolastici, considerato l'imminente inizio dell'anno scolastico", precisano da largo Lanfranco

L'emergenza migranti tiene banco anche a Genova. La prefettura smentisce le indiscrezioni relative all'apertura di centri temporanei per migranti negli edifici scolastici sedi delle Scuole Walt Disney e San Teodoro.

Inoltre la prefettura precisa che nella ricerca di luoghi provvisori per far fronte all'accresciuta necessità di accoglienza, non sono presi in considerazione edifici scolastici, considerato l'imminente inizio dell'anno scolastico.

Da ieri la nave Ocean Viking, che sarebbe dovuta arrivare a Genova con oltre 400 migranti, è attraccata a Napoli. La richiesta di non far arrivare la nave sino a Genova, anche a causa del peggioramento del meteo, è stata accolta dopo la mobilitazione che la Cgil insieme alla Comunità di San Benedetto al Porto e al mondo dell'associazionismo e del volontariato.

"La politica del Governo di distribuire i migranti in porti lontani non è accettabile perché colpisce donne e uomini in forte sofferenza fisica e psicologica e aggrava ulteriormente una situazione di grande disagio, che vede esseri umani scappare da guerre, fame e persecuzioni". Questa la posizione di Camera del Lavoro di Genova, Cgil Liguria, Comunità di San Benedetto al Porto e Genova Solidale.

"Il capoluogo ligure è saturo - dichiara il segretario provinciale della Lega a Genova Francesca Corso e il consigliere regionale Alessio Piana -, non ha più spazi per ulteriori migranti in arrivo. Genova è una città generosa e fin qui ha fatto la sua parte. Ora abbiamo raggiunto il limite, le strutture sono piene e non possiamo sacrificare altri spazi sociali. C'è bisogno di bloccare gli sbarchi e di combattere il business del traffico di essere umani, che ruota intorno all'immigrazione incontrollata. Dopo tante chiacchiere la Ue deve quindi svegliarsi e aiutarci perché i confini italiani sono i confini dell'Unione Europea, incluso quello di Ventimiglia, che, nostro malgrado, è diventato l'imbuto d'Europa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri per migranti nelle scuole, la prefettura smentisce

GenovaToday è in caricamento