menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campo e discarica abusivi, topi e rifiuti in via Perotto

Il problema è arrivato in consiglio comunale, l'assessore Elena Fiorini: «La conformazione del terreno si presta ad abusi del genere, con insediamenti che rimangono nascosti, ma provvederemo»

Ancora una volta gli accampamenti abusivi dei nomadi arrivano in consiglio comunale con una situazione problematica in via Perotto a Sestri Ponente, lato sinistro verso il mare in direzione Erzelli, aggravata dalla relativa discarica abusiva che rischia di scendere verso le case e verso il rio senza nome in caso di forti piogge.

A sollevare il problema, questa volta, è stata Cristina Lodi del Partito Democratico che ha spiegato come la scarpata sia molto ripida e i rifiuti, che hanno già portato a un grosso aumento della presenza di topi, stiano sempre più scivolando verso le case. 

Per la giunta ha risposto l'assessore a legalità e diritti Elena Fiorini che ha spiegato: «Vi si accede da un terreno privato e da una decina di anni ci sono insediamenti, sempre monitorati, gli occupanti non sono rom, ma romeni. Gli stessi orti collettivi non sono tutti in regola e nei vari controlli, che avvengono di frequente, non si sono mai trovate più sette persone. Con tutte le difficoltà del caso, perché la conformazione del terreno si presta naturalmente ad abusi del genere, con insediamenti che rimangono nascosti. Agire per un rilancio degli orti urbani potrebbe essere una misura efficace. In realtà nella zona c’è una discarica abusiva da molto tempo, favorita in passato, quando la zona non era collegata alla viabilità principale, dall’esistenza di una stradina che portava a un terreno incolto. Ovviamente si provvederà».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento