menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ad Arenzano gli Stati Generali della Partecipazione dei Ragazzi della Liguria

Giornata intensa per i Consigli Comunali dei Ragazzi della Liguria che si sono dati appuntamento ad Arenzano per fare il punto su progetti, iniziative, diritti dei bambini e linee guida per la partecipazione

Si sono riuniti oggi al teatro Il Sipario Strappato Muvita di Arenzano per fare il punto sui diritti degli adolescenti e dei bambini, i Consigli Comunali dei Ragazzi di Sestri Levante, Casarza, Sori, Pieve Ligure, Bogliasco, Mignanego, Arenzano e Vallecrosia.

Una breve presentazione sul palcoscenico, davanti a tutti, e poi via con proposte e idee: stamattina hanno preso il via gli Stati Generali della Partecipazione dei Bambini e dei Ragazzi in Liguria, per la quinta volta nella nostra regione (nonché la seconda ambientata ad Arenzano).

L'incontro era organizzato da Pidida con il sostegno di Coopsse , del Comune di Arenzano e del coordinamento programma "Sempre Diritti" di Arciragazzi Liguria. I ragazzi hanno valutato le Linee Guida sulla partecipazione minorile approvate dalla Regione Liguria, programmato iniziative comuni per la promozione del diritto al gioco e contribuito alla definizione delle richieste dei ragazzi che saranno presentate a novembre al Garante Nazionale per l'Infanzia e l'Adolescenza.

Come far partecipare attivamente i ragazzi alla vita della comunità? Ascoltando le loro idee e le loro proposte, dando loro fiducia, mettendoli in grado di individuare e realizzare progetti, e coinvolgendo scuola, famiglie e istituzioni.

Un esempio concreto è rappresentato dal progetto "Articolo 31", finanziato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Regione Liguria: l'idea è che i Consigli Comunali dei Ragazzi possano realizzare piccole azioni per migliorare il diritto al gioco sul loro territorio, coinvolgendo i compagni di scuola e gli amici, e lavorando sia in orario scolastico sia fuori in una vera e propria esperienza di gruppo che si potrà trasformare in azioni concrete. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento