Allarme usura a Genova: la denuncia del cardinale Bagnasco

Più uomini che donne coloro che chiedono aiuto, e per la maggior parte italiani

A Genova cresce in maniera preoccupante il fenomeno dell'usura: a denunciarlo, niente meno che il cardinale Angelo Bagnasco durante il Te Deum, in occasione del suo discorso alla città.

A fine settembre, ha fatto sapere l'arcivescovo parlando dell'impegno della Chiesa contro la povertà, gli interventi erano 154 per un totale di 845mila euro, il 30% in più rispetto al 2018.

Nel 2019 sono state prese in carico dai 34 Centri d'Ascolto Vicariali più di 5mila persone con un sostegno economico pari a 1 milione e 300mila euro derivanti in gran parte dall'8 per mille.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Più uomini che donne coloro che chiedono aiuto, e per la maggior parte italiani: gli stranieri - secondo i dati della diocesi - non arrivano al 50%. Le richieste riguardano principalmente utenze e lavoro, e cure mediche per chi è in difficoltà. La Chiesa ha garantito 450mila pasti e messo a disposizione dei senzatetto quasi 300 posti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • A settembre su Sky la serie con Paola Cortellesi, ambientata a Genova

  • Ritrovato dopo otto anni un giovane scomparso da Roma

Torna su
GenovaToday è in caricamento