Mercoledì, 28 Luglio 2021
Coronavirus

Scuole, Toti: «Idea strampalata riaprire il 9 dicembre»

«Con gli altri sindaci delle città metropolitane abbiamo parlato con la ministro Azzolina per quanto riguarda le scuole. È ancora in discussione la riapertura, se o prima o dopo Natale», ha spiegato Marco Bucci

Mercoledì sera nel punto stampa di fine giornata sull'andamento della pandemia sono stati affrontati vari argomenti, fra cui anche la riapertura delle scuole. «Con gli altri sindaci delle città metropolitane - ha spiegato Marco Bucci - abbiamo parlato con la ministro Azzolina per quanto riguarda le scuole. È ancora in discussione la riapertura, se o prima o dopo Natale. Lo vedremo nei prossimi giorni. Noi abbiamo chiesto di avere fondi per città metropolitane e per i Comuni per il trasporto pubblico degli studenti».

Al di là della data infatti, l'altro aspetto importante riguarda il trasporto pubblico. A Genova si dovrebbe ripetere l'esperienza degli scuola bus, ovvero mezzi di Amt utilizzati esclusivamente per gli studenti. Il ritorno alla didattica in presenza dovrebbe dare anche ossigeno alle casse dell'azienda di trasporti, che si avvia a chiudere l'anno con un 'rosso' di 12 milioni di euro.

Nel frattempo Amt ha lanciato una nuova indagine sulla mobilità rivolta ai propri clienti per migliorare il trasporto pubblico. Rispondendo a un breve questionario, l'azienda potrà raccogliere utili informazioni sulle abitudini di mobilità dei propri viaggiatori. Il questionario è completamente anonimo, la compilazione dura pochi minuti e vi si accede tramite questo link.

Anche Atp, in vista di un probabile ritorno a scuola per gli studenti e i docenti delle scuole superiori, ha riattivato la cabina di regia, che funzionerà in collaborazione con i dirigenti scolastici, basata sul coordinamento degli orari, la presenza di corse bis da mettere in pista in caso di superamento del limite di occupazione (50 per cento), il controllo h24 da parte della centrale operativa recentemente inaugurata a Chiavari.

In vista della riapertura saranno anche pronti ed omologati circa 10 mezzi nuovi di zecca da destinare al traffico urbano. Se si dovessero presentare situazioni di sovraccarico di mezzi nella fase di entrata a scuola, scatterà il protocollo previsto, ovvero la partenza di un secondo mezzo che ha consentito di evitare assembramenti a bordo e di mantenere inalterato le normative anti covid.

A regime, sulla base dei flussi di traffico, potranno essere necessarie implementazioni sulle linee Chiavari-Sestri Levante, Valfontanabuona, Torriglia-Genova, Valle Scrivia, Genova-Recco, Valle Stura. Per ogni linea potranno essere effettuate 2 corse aggiuntive dalle 6.30 alle 9 e dalle 12.30 alle 16.

Toti: «No alla riapertura delle scuole prima di Natale»

Il presidente della Regione, Giovanni Toti, è intervenuto sul tema dalla sua pagina Facebook. «Ma chi può avere la strampalata idea di riaprire le scuole il 9 dicembre - si domanda il governatore -? Ma vi pare un dibattito normale? Per un assurdo puntiglio di un Ministro, per un po' di visibilità, dovremmo riaprire le scuole superiori per 7, dico 7, giorni al netto del weekend, così da dover mettere in isolamento gli eventuali positivi proprio a Natale. O avere ragazzi che porteranno il virus alle cene di famiglia, proprio quando gli ospedali sono più vulnerabili, con parte del personale in ferie. E tutto questo mentre ristoratori, pizzaioli, alberghi, bar, lavoratori del comparto della neve e molti altri non sanno ancora quale sarà la loro sorte».

«Ma lo sa chi alimenta questo dibattito - prosegue Toti - che il mese di dicembre vale gli incassi, e dunque lavoro e occupazione, pari ai mesi di novembre, gennaio e febbraio messi insieme? Allora in un Paese serio si programmerebbe di lasciar lavorare nelle settimane di Natale quelle imprese che oggi stanno pagando il prezzo più alto e rischiano la chiusura. Le scuole, che peraltro sono aperte a parte le superiori, ripartirebbero a gennaio, come sempre, quando semmai, se proprio dovessimo, potremmo chiedere un ulteriore stop ad alcune attività che intanto hanno lavorato a Natale. Questa è l’unica programmazione seria. Così ci si salva dal Covid e anche dal fallimento. Il resto a me pare un delirio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, Toti: «Idea strampalata riaprire il 9 dicembre»

GenovaToday è in caricamento