Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

Fra domenica e lunedì è sceso in maniera notevole il numero dei nuovi contagi da coronavirus nell'arco delle 24 ore. Il giorno precedente se ne registravano 53

Sono 17, a fronte di 1.438 tamponi, i nuovi contagi da Coronavirus in Liguria. Lo rende noto il quotidiano bollettino di Alisa con i dati inviati al Ministero. Sono 74 i guariti e 6 i decessi registrati nelle ultime 24 ore, per un calo dei pazienti positivi di 63 unità.

Cala anche il numero dei malati in isolamento domiciliare, ora sono 57 di meno, mentre le persone in sorveglianza attiva sono 1.168.

Negli ospedali liguri sono ricoverate 254 persone di cui 18 in terapia intensiva, in isolamento domiciliare sono 1.302 positivi e salgono di 74 unità i clinicamente guariti (con doppio tampone negativo), sono 4.354 in totale. In sorveglianza attiva, nella nostra regione, sono 1.168 persone. Restano a cifra singola, 6, i decessi.

«Ormai appare evidente che la pressione sui nostri ospedali è decisamente diminuita», ha detto il governatore ligure Giovanni Toti, passando poi a chiarire che il numero di tamponi fatti, inferiore al solito, dipende da un guasto alla scheda del nuovo macchinario al San Martino: «Contiamo che riprenda il servizio mercoledì mattina».

Dai luna park ai circoli ricreativi: nuova ordinanza e nuove aperture

Lunedì pomeriggio è stata inoltre firmata l'ordinanza 34/2020, che recepisce le linee guida stabilite all'unanimità dalla Conferenza delle Regioni nella riunione di venerdì scorso.

Riguarda fra le altre cose la riattivazione dei tirocini curriculari e degli stage in azienda, la ripresa del lavoro per informatori del farmaco e guide turistiche, la riapertura di circoli culturali e ricreativi e (dal 1 giugno) dei servizi per l'infanzia e l'adolescenza.

«Si tratta dell’ultimo passo importante prima della scadenza del decreto del presidente del consiglio dei Ministri nella notte del 2 giugno - ha detto Toti - con cui entreranno in vigore le ulteriori misure che allargano le attività al nostro territorio nazionale, e anche il passaggio possibile tra Regioni e in tutta l’area europea».

Ospedali, ripartono le attività ambulatoriali

Continua intanto la riorganizzazione del sistema sanitario regionale. Dopo la ripresa delle visite urgenti, la scorsa settimana, Alisa sta lavorando alla ripresa delle attività ambulatoriali sospese dal 9 marzo.

«Stiamo lentamente ritornando alla normalità, abbiamo dato mandato alle singole aziende di riprogrammare queste visite in modo tale che il medico prescrittore chiami i pazienti chiedendo un aggiornamento sulla facoltà di aggiornare o meno la visita - ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale - ovviamente occorre presentarsi in orario, non in anticipo e non in ritardo, perché non si deve affollare l’anticamera, ma tutte queste informazioni vengono date in anticipo. Non temiamo rischi alla ripresa delle attività del cup, anche su questo siamo impegnati e Alisa sta programmando il ripristino delle nuove programmazione: da qui è evidente la necessità di un ente coordinatore per tutte queste attività».

Residenza sanitarie, al via i tamponi anche in quelle covid-free

Sul fronte residenze sanitarie, l’assessore Viale ha confermato che lo screening a tappeto su personale e ospiti nelle strutture a rischio è terminato, e che partirà adesso una nuova serie di accertamenti anche in quelle in cui non è stata accertata presenza di virus. 

«Faremo tamponi a tappeto anche in residenze che non sono entrate in contatto con il virus - ha detto Viale - Pensiamo che la sicurezza e la prevenzione passino anche di qui».

Msc Fantasia a Genova

È arrivata questa mattina nel porto di Genova la Msc Fantasia, con a bordo 442 membri dell’equipaggio, 8 dei quali positivi al Covid e in quarantena. In isolamento in via precauzionale anche gli altri marittimi. Non appena attraccata a Genova, a bordo della nave è salito il personale dell’Ufficio sanità marittima (Usmaf) per effettuare tutti i controlli e le verifiche necessarie.

Frecce tricolori a Genova, dove vederle

Martedì maggio 2020, attorno alle ore 10, un enorme tricolore comparirà nel cielo sopra l’Acquario di Genova: sarà quello delle Frecce Tricolori. Le 10 strisce con i colori della Bandiera Italiana, ciascuna per ognuno degli MB 339, gli aerei che compongono la pattuglia acrobatica, coloreranno il cielo di Genova e lasceranno una lunga scia d'emozione. Sarà possibile vederle, evitando gli assembramenti, in tutta la zona del Porto Antico.

La Pattuglia Acrobatica Nazionale (Pan) è impegnata in questi giorni a stringere idealmente tutta l’Italia in un abbraccio tricolore per dare un segno di unità e solidarietà nazionale in un momento difficile. L’evento toccherà luoghi simbolo della lotta al coronavirus, come Codogno, e poi Loreto, sede del Santuario dedicato della Beata Vergine, protettrice dell’Aeronautica Italiana, e si concluderà il 2 giugno a Roma durante la cerimonia di deposizione di una corona di alloro presso l’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica.

Lunedì pomeriggio il vice ministro Sileri al San Martino

Lunedì pomeriggio, 25 maggio 2020, il vice ministro alla Salute Pierpaolo Sileri ha visitato l'ospedale San Martino di Genova. Insieme a una delegazione del Policlinico si è recato presso il Pronto Soccorso, il Padiglione 64 (rianimazioni ex Covid), i laboratori e infine il reparto di Malattie Infettive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Plasma iperimmune per sperimentazioni anti covid-19, l'Avis: «Ecco chi può donare e come»

Nelle ultime settimane si è parlato molto di plasma iperimmune e molte persone guarite dal Covid-19, donatori e non, hanno contattato le sedi Avis e i Centri Trasfusionali per mettersi a disposizione donando plasma con anticorpi anti-Covid-19. Proprio Avis, attraverso un comunicato, ha fatto il punto della situazione, rispondendo alle domande più comuni dei cittadini interessati alle donazioni. Cliccando qui l'articolo completo con tutte le risposte dell'Avis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • Aster assume, indetti tre nuovi bandi: come partecipare

  • La 'movida' violenta di Priaruggia, residente aggredito da ragazzini ubriachi

  • Giovani turisti lombardi devastano Moneglia

  • Cerca di strangolare la fidanzata e devasta un locale: arrestato

  • Autostrade, le chiusure tra domenica e lunedì

Torna su
GenovaToday è in caricamento