È morto Tibor Benedek, olimpionico e capitano della Pro Recco

L'ungherese aveva 47 anni. Era affetto da un male incurabile. Lascia la moglie e tre figli

Mondo della pallanuoto in lutto per la scomparsa la scorsa notte di Tibor Benedek a soli 47 anni. La pallanuoto perde uno dei suoi più grandi fuoriclasse di sempre, tre volte oro olimpico con l'Ungheria. Un vincente anche con la calottina della Pro Recco, indossata per otto anni (dal 2001 al 2004 e dal 2007 al 2012) di cui è stato capitano: in biancoceleste ha collezionato quattro Champions League, sei Scudetti, quattro Coppe Italia, quattro Supercoppe Europee e una Lega Adriatica.

«Bacheca da campione - scrive la Pro Recco nel porgere le più sentite condoglianze da parte di tutta la società a familiari e amici -, ma i numeri non raccontano sempre tutto: Tibor era un uomo straordinario anche fuori dall'acqua, un professionista umile e carismatico che ha dimostrato nei fatti la partecipazione e il coinvolgimento alla causa recchelina. Addio grande Tibor, hai scritto un pezzo della nostra storia: non ti dimenticheremo mai».

Benedek era affetto da un male incurabile. Lascia la moglie e tre figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento