rotate-mobile
Cronaca Chiavari

Tributi Italia: società fantasma già dichiarata fallita

La guardia di finanza di Chiavari ha accertao come Tributi Italia, la società di consulenza registrata come una spa e facente capo a Giuseppe Sagggese, 52 anni, di Rapallo, era di fatto una società fantasma, già dichiarata fallita dal Tribunale di Roma

Chiavari - La pacchia è finita. La truffa era certo ben congegnata, ma troppo grossa per non venire a galla. Tributi Italia, la società di consulenza registrata come una spa e facente capo a Giuseppe Sagggese, 52 anni, di Rapallo, era di fatto una società fantasma, già dichiarata fallita dal Tribunale di Roma.

TRE ANNI DA LEONE - Dal 2006 al 2009 non solo ha riscosso tasse comunali in nome e per conto di 400 Comuni italiani, senza versare loro i relativi importi; ma ha anche licenziato gran parte dei suoi mille dipendenti, oppure ha messo altri in cassa integrazione. Tutto ciò ha consentito a Saggese di vivere nel lusso.

LA MENTE DELLA TRUFFA - La Guardia di Finanza di Genova ha precisato che l'amministratore di fatto di Tributi Italia era il vero 'dominus' della frode, e che lui si è appropriato certamente di 20 milioni, se non di più. Nei suoi confronti sono stati accertati prelievi bancari anche di 10mila euro al giorno, in contanti. Quindi yacht, aerei privati, autovetture di lusso, soggiorni in località prestigiose, feste mondane. In tutto la società ha sottratto 100 milioni ai Comuni.

I COMPLICI - Oltre a Saggese, arrestate altre quattro persone, mentre altre quattro sono state denunciate a piede libero. Grazie agli artifici contabili da lui elaborati, le somme incassate in nome e per conto dei Comuni venivano poi distribuite in altre società, tutte legate a Tributi Italia, e solo in minima parte finivano nelle casse comunale. Anche per questo - ha precisato la Guardia di Finanza - alcuni Comuni sono arrivati sull'orlo del dissesto finanziario. I Comuni vittima dalla frode sono in tutte le regioni italiane. Nove le persone coinvolte: mentre nei confronti di Saggese è stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, ordinanze che prevedono l'obbligo di dimora per altri quattro amministratori di società collegate con Tributi Italia. Altre quattro persone sono state denunciate a piede libero. Tributi Italia, essendo entrata in stato di insolvenza, è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Roma, e la Procura di Roma procede per violazione della legge fallimentare (Ansa).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tributi Italia: società fantasma già dichiarata fallita

GenovaToday è in caricamento