rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Carignano / Mura delle Cappuccine

Non c'è pace per la statua di Giorgio Parodi, imbrattata con scritte anarchiche

Nella notte tra sabato e domenica è stata nuovamente imbrattata la statua dedicata al fondatore della Moto Guzzi

Non c'è pace per la statua di Giorgio Parodi che aveva diviso l'opinione pubblica appena era stata svelata al belvedere di Mura delle Cappuccine, a Carignano. Nella notte tra sabato e domenica è stata nuovamente imbrattata con simboli e scritte di matrice anarchica. "Agli anarchici il carcere, ai fascisti le statue" si legge nel retro del basamento, mentre sulla statua è stata disegnata con la vernice la tipica 'A' racchiusa in un cercio, simbolo del movimento anarchico. Le scritte sono già state rimosse e nella mattinata di lunedì 6 dicembre la statua è tornata bianca. 

Nei mesi scorsi la statua del fondatore della Moto Guzzi era già stata imbrattata, a ottobre Genova Antifascista quella volta aveva rivendicato il gesto spiegando che: "La diffusione della mentalità fascista passa anche attraverso i simboli, e questa statua rappresenta uno sfregio per la nostra storia". 

La statua era finita subito al centro delle polemiche perché ritrare Parodi con la divisa dell'aviazione fascista con la quale partecipò come pilota volontario alla campagna di Etiopia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è pace per la statua di Giorgio Parodi, imbrattata con scritte anarchiche

GenovaToday è in caricamento