Quasi 43 milioni di euro dalle multe nel 2019, ecco come Tursi li ha investiti

L’assessore Stefano Garassino ha spiegato: «Vorrei puntualizzare che le sanzioni amministrative non vengono erogate per fare cassa ma per colpire i comportamenti contrari al codice della strada e pericolosi»

Dove vanno a finire i soldi delle multe pagate dai genovesì? Una domanda che è stata rivolta all'assessore Stefano Garassino in consiglio comunale, durante il question time della seduta di martedì 21 gennaio 2020. 

Complessivamente sono stati incassati quasi 43 milioni di euro, ma circa 20 sono finiti nel fondo crediti di dubbia esigilbilità (come previsto dalla legge), ovvero accantonati per far fronte a multe che probabilmente non verranno mai pagate. Circa 7 milioni di euro sono poi stati stanziati per la manutenzione delle strade e degli impianti di illuminazione, quasi otto per la gestione di strisce gialle, Blu Area e Varchi e per il noleggio di attrezzature e automezzi, circa 1 e mezzo infine per il potenziamento attività della Polizia Municipale di controllo e accertamento delle violazioni.

Alberto Pandolfo del Partito Democratico aveva chiesto alla giunta quali, e in quale misura economica, sono stati gli interventi messi in atto, nel corso del 2019, dalla civica amministrazione per aumentare la sicurezza stradale attingendo dalle risorse provenienti dalle sanzioni amministrative, così come previsto dal codice della strada.

L’assessore Stefano Garassino aveva spiegato: «Vorrei puntualizzare che le sanzioni amministrative non vengono erogate per fare cassa ma per colpire i comportamenti contrari al codice della strada e pericolosi. Nel bilancio di previsione 2019/2020 sono stati stanziati 21 milioni di euro per sostituzione e potenziamento segnaletica stradale, manutenzione strade e impianti di illuminazione. Verranno acquistati anche nuovi T-red, i semafori intelligenti, e tutor che saranno posizionati sulle vie a più alto scorrimento di traffico, in modo da renderle più sicure».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento