menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pré, ricompaiono i tavoli rubati all'Acciughetta. E spunta un'altra denuncia

Dopo il tam tam indignato sui social network, gli 8 tavolini di ferro portati via tra lunedì e martedì sono stati restituiti. Ma un'altra attività commerciale della zona ha denunciato un furto, stavolta di denaro

Si è chiuso con una buona notizia il brutto martedì dei titolari della Trattoria dell’Acciughetta di piazza Sant’Elena, a Pré: dopo il furto dei tavoli del dehor esterno, e il conseguente tam tam indignato su media e social network, in serata gli 8 tavolini di ferro che erano stati portati via nella notte tra lunedì e martedì sono ricomparsi davanti al ristorante, per la gioia della titolare, Giorgia Losi, e dei dipendenti, oltre che di tutti i residenti che lo considerano un baluardo per la riqualificazione e il rilancio del quartiere.

«Qualcuno deve aver letto i contenuti e avere fatto in modo che i tavoli tornassero a pochi metri dalla trattoria - si legge nel post su Facebook pubblicato a qualche ora da quello di denuncia - Per noi quello che è successo oggi è una questione molto seria, ma ci teniamo comunque a ringraziare il quartiere per essere intervenuto coralmente, uno dei nostri clienti per averci prestato dei tavoli del suo giardino, tutti voi per averci aiutato a diffondere la notizia e chi ha deciso di tornare sui propri passi consentendoci di riprendere a lavorare con serenità».

La notizia ha suscitato una valanga di commenti entusiasti da parte di chi nel pomeriggio si era indignato per quanto accaduto, tra cui spicca anche l’assessore comunale alla Legalità, Elena Fiorini, che sempre via Facebook aveva fatto sapere di essere intervenuta in prima persona: «Ero in consiglio quando ho appreso del furto all’Acciughetta, una trattoria dove diverse volte, con soddisfazione, ho mangiato. Un locale di qualità che dalla sua nascita si è sempre contraddistinto per poche parole e molti fatti. La mia azione concreta in questo frangente, come peraltro doveroso, è stato mettere a disposizione degli inquirenti la registrazione delle telecamere comunali, bloccandone la sovrascrittura. I tavoli ora sono miracolosamente tornati, capire chi li ha presi è cosa utile sicuro», ha concluso l’assessore della giunta Doria.

Da parte dei titolari dell’Acciughetta, intanto, alla luce del lieto fine è arrivata una promessa («I tavoli li stiamo praticamente cementando»), ma anche una nuova denuncia: facendo fronte comune con le altre attività virtuose del centro storico, hanno condiviso il messaggio dei titolari di Jalapeno, ristorante in via della Maddalena che nella notte di venerdì ha subito anche lui un furto, questa volta non di elementi d’arredo ma di soldi: «Volevamo pubblicamente ringraziare ha forzato la porta ed è entrato nel locale - hanno scritto i titolari - Ci avete rubato i soldi della pesca di beneficenza di Komera Ruanda. Grazie per aver reso vano il nostro lavoro. E di tutti quelli che hanno contribuito, tanto comprando i biglietti come offrindo dei premi. Non erano soldi nostri avevano uno scopo preciso, noi siamo grandemente amareggiati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento