menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia di suicidarsi e di aprire i rubinetti del gas in casa. Soccorso dalla Polizia

Grazie alla paziente opera di convincimento dell'operatore del 113 che ha intuito che l'uomo aveva bisogno di qualcuno che lo ascoltasse, e che non ha mai riagganciato

La Polizia di Stato di Genova ha soccorso - nella notte tra venerdì 27 e sabato 28 gennaio - un 52enne genovese che aveva telefonato al 113, raccontando di aver ingerito molti farmaci con lo scopo di suicidarsi.

L’operatore del 113, dopo aver preso nota dell'indirizzo, anziché riagganciare ha continuato a parlare con l'uomo, cercando di calmarlo e di convincerlo ad accettare aiuto. Per diversi minuti però il 52enne si è rifiutato di aprire la porta del suo appartamento quando gli agenti hanno suonato il campanello, e anzi ha minacciato di aprire i rubinetti del gas.

La paziente opera di convincimento dell’operatore del Centro Operativo della Questura ha alla fine indotto l’uomo ad aprire leggermente la porta, consentendo ai poliziotti di precipitarsi nell’abitazione. Accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale San Martino, è stato ricoverato in osservazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Vaccino coronavirus, Toti: «Ritengo che da giugno si andrà senza più fasce di età»

  • Coronavirus

    Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

  • Coronavirus

    Scuole, la didattica in presenza sale all'80 per cento

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento